Fregene, torna la spiaggia sul litorale dopo i lavori di ripascimento

22/05/2017 – Dopo l’appello dei titolari dei lidi di Fregene sud, che hanno denunciato la sistematica erosione della spiaggia, sono stati trasportati circa 16mila metri cubi di sabbia nel tratto di costa compreso tra il canale delle Acque Alte fino allo storico stabilimento La Nave che, nei mesi scorsi, aveva subito pesanti danni.

A venti giorni dall’inizio degli interventi, sul luogo, sono giunti anche l’Assessore con delega all’Ambiente della Regione Lazio, Fabio Refrigeri e il Sindaco di Fiumicino, Esterino Montino che hanno verificato i risultati della prima fase del ripascimento. Presenti al sopralluogo anche l’assessore ai Lavori Pubblici Angelo Caroccia, l’assessore alle Politiche del Territorio Ezio Di Genesio Pagliuca, i balneari e alcune associazioni cittadine.

La seconda fase prenderà il via a metà giugno, i lavori interesseranno il pennello del Canale delle Acque, che verrà rinforzato e separa il tratto di costa di Focene da quello di Fregene. Nell’ultima fase ci sarà l’installazione di un geotubo, una soluzione ingegneristica all’avanguardia che, per circa 800 metri, fungerà da barriera subacquea all’erosione, agendo come frangionde.

“Siamo felici che la Regione Lazio, dopo tutti gli iter procedurali e autorizzativi, abbia iniziato a riportare sabbia su questo tratto – dichiara il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino – e che lo abbia fatto a ridosso della stagione estiva. In alcuni punti ci sono 20-30 metri in più di spiaggia, miglioramenti sostanziali visto che nei mesi scorsi abbiamo potuto constatare con i nostri occhi la devastazione che le onde hanno portato durante il maltempo danneggiando alcune strutture balneari”.

“Ringrazio gli operatori del settore che hanno lavorato senza sosta, con i propri mezzi, nei mesi scorsi per difendere uno dei tratti di costa più belli del nostro litorale. Oggi siamo quasi al termine di un primo importante obiettivo inserito in un piano complessivo più ampio che vuole portare a soluzioni strutturali e durature che ci permettano – conclude Montino – un avanzamento della linea di costa”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here