Ostia, De Priamo-Picca: “Follia 5 stelle, non si potrà più neanche mangiare un panino al mare nella propria cabina”

30/4/2017 – “Con un’ordinanza firmata il 29 aprile il sindaco di Roma e il suo staff invece di rilanciare il litorale romano infliggono un duro colpo a Ostia e con una ‘genialata’ danno seguito ad una decisione impopolare e ridicola. In sostanza, il provvedimento deliberato prevede che non si potrà neanche mangiare uno snack all’interno o davanti le cabine, in queste vi si potrà sostare solo per il tempo necessario al cambio di abbigliamento​. Una follia”. È quanto dichiarano in una nota congiunta gli esponenti di Fdi-An, Andrea De Priamo vicepresidente dell’Assemblea Capitolina e consigliere comunale e Monica Picca portavoce nel Municipio X. “Tutto ciò per fare cassa sulla nostra pelle con una pioggia di contravvenzioni a danno della cittadinanza. È impensabile immaginare come una mamma non possa più servire pane e marmellata al proprio figlio dopo il bagno in mare. Ci meravigliamo di chi, come il capogruppo 5 Stelle in Campidoglio e la referente pentastellata nel Municipio X, pur conoscendo il territorio si siano prestati a questo tiro al piccione che danneggia solo residenti e cittadini. Ecco come vogliono governare Ostia i grillini: pur di fare cassa vessano i romani a colpi di multe”.

CONDIVIDI

3 COMMENTI

  1. Ho letto l ultima stronzate della Raggi ma questa che si è messa in testa di venire a fare la padrona a casa nostra ? Sono una lidense prendo la stessa cabina da 36 anni al gabbiano di ostia li sn nate le mie figlie li le ho allattare spezzate dato il panino dopo il bagno e sempre sotto l ombrellone una seconda casa x 3 mesi l anno li le spaghettate con amici parenti il cocomero di ferragosto i gavettoni e ora lei che fa vuole vietare tutto questo ? Cara Raggi non siamo in costa Smeralda ma ostia fatta da gente semplice lavoratori che si possono permettere solo questo ma lei che ne sa dei pendolari della domenica che raggiungono il lido con il trenino accampati dentro vagoni puzzolenti ma x un po di relax e sole lo fanno e gli vuole togliere il panino ? Certo perché se avevano i soldi x andare al ristorante si facevano ste ammazzate ? Invece di pensare a ste stronzate pensasse di più alle cose serie non sto a scrivere i problemi de Roma ci servirebbero 10 libri Cara sindaca dei mie coglioni io continuerò a mangiare sotto la mia cabina continuerò a far mangiare i miei nipoti il panino sotto l ombrellone se vuoi farmi la multa falla la rimandero al mittente

    • Ma secondo voi è fattibile una cosa del genere .leggete il decreto e poi giudicate è stato interpretato tanto per far parlare male della Raggi

  2. MA QUANTE CAZZATE STATE A DIRE – E DICONO DE PRIAMO-PICCA – LEGGETE BENE QUELLO CHE C’è SCRITTO NELL’ORDINANZA ALL’ARTICOLO 3.2.: L’eventuale apertura dei servizi al di fuori di tale orario può essere effettuata solo su espressa autorizzazione dell’Ufficio Demanio Marittimo del Municipio X di Roma; è, comunque, assolutamente vietato l’uso delle cabine per pernottamento, per consumo di cibi o per soggiornarvi oltre il tempo previsto per l’uso esclusivo a spogliatoio. QUINDI CHIARO? è SOLO NEGLI ORARI DOPO LA CHIUSURA ….

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here