Mamme e figlio investiti, si costituisce il pirata della strada

26/4/2017 – Si è presentato accompagnato dalla madre il pirata della strada che lunedì pomeriggio ha investito in via Francesco Donati una mamma e il figlio di 2 anni. L’uomo si è costituito ai carabinieri della stazione di Acilia quando ormai il cerchio si era stretto attorno a lui. In mano agli agenti della polizia locale del X gruppo c’era infatti il numero di targa della Chevrolet Aveo che a breve avrebbe consentito di rintracciarlo. Spinto dai genitori – descritti come persone a modo – l’uomo un 23enne di origini bulgare ha raccontato di non essersi fermato a prestare soccorso alla donna investita a distanza dal parco Donne vittime del Femminicidio,  per timore di far preoccupare la compagna incinta e che solo il deciso intervento del padre – che lo avrebbe fatto tornare a miti consigli a suo di sberle – e della madre lo avrebbe convito a presentarsi alle forze dell’ordine. Quando però il giovane è stato sottoposto ai controlli sanitari di rito nel suo sangue è stato riscontrato un tasso alcolico pari a 1.60, ben superiore a quanto consentito dalla legge.

Per lui è scattata ora la denuncia per omissione di soccorso. Al vaglio degli inquirenti anche l’accusa per guida in stato di ebbrezza e lesioni gravi.

Nel frattempo se il bimbo è rimasto illeso nell’incidente, la mamma, 29enne rumena, resta ricoverata in ospedale. L’impatto con il muso dell’auto le ha infatti provocato numerose fratture e gravi contusioni che hanno fatto stilare per lei un codice d’accettazione rosso. La prognosi resta riservata anche se non sarebbe in pericolo di vita.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here