Pomezia, autisti e assistenti degli scuolabus incrociano le braccia

04/04/2017 – A Pomezia gli autisti e gli assistenti degli scuolabus, sono in sciopero dalle 12 di questa mattina fino alle 17, con una manifestazione di fronte alla sede della società, in via Nettunense a Cecchina.

La protesta dei dipendenti delle Autolinee Onorati impiegati per il servizio scuolabus nel territorio comunale di Pomezia, hanno deciso di scendere in piazza per chiedere il pagamento degli stipendi in orario e per denunciare le pessime condizioni in cui lavorano.

“Sono anni che combattiamo con gli stessi problemi – raccontano le assistenti – adesso stiamo ancora aspettando il pagamento dei mesi di febbraio e marzo, ma questo non è l’unico motivo per cui protestiamo. Lavoriamo con mezzi di 12 metri, di certo non adatti al servizio, che non passano nelle stradine piccole: questo significa che in alcuni posti, come ad esempio all’asilo Singen di Pomezia, non si può arrivare con il pullman, ma bisogna percorrere un lungo tratto a piedi con i bambini al seguito. Altri problemi si verificano all’asilo Dante. Per non parlare della sicurezza di tipo elementare, che i mezzi che abbiamo in dotazione non garantiscono né a noi né ai bambini. Non ci sono i braccioli e i bambini rischiano di cadere. Chiediamo maggiore sicurezza per tutti, alunni e dipendenti, e chiediamo che ci vengano pagati gli stipendi mancanti”.

A seguito dello sciopero il servizio di scuolabus non verrà garantito all’uscita di scuola né per gli alunni del tempo ridotto né per quelli del tempo pieno.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here