Nuovo bando a Ostia, per l’affidamento dei servizi ai disabili

22/03/2017 – Nuovo tentativo ad Ostia, di affidare il servizio di inclusione sociale degli alunni con disabilità inseriti nelle scuole dell’infanzia comunali e statali, primarie e secondarie di primo grado statali sul territorio. Il bando, pubblicato su sito del parlamentino di Ostia, riguarda i lotti di “Stella Polare – Ostia Antica e Dragoncello“, di “Ostia Ponente – Malafede – Casalpalocco e San Giorgio” e di “Ostia Centro – Dragona – Acilia – Axa e Infernetto“.

Il tema, dei servizi ai disabili, è un tema scottante per l’amministrazione municipale, che ha subito la condanna del Tar del Lazio per i due precedenti bandi AeC (Assistenza Educativa e Culturale), relativi agli anni scolastici 2014/2015 e 2015/2016. La prima volta il Tar parlò di eccesso di potere della commissione sull’assegnazione dei punteggi di clausole illegittime, graduatoria falsata, valutazioni entusiastiche, e in molti casi incomprensibili. La seconda volta il Tar, invece, sottolineò come “l’esclusione automatica della ricorrente era in contrasto con le disposizioni contenute nell’avviso pubblico, nonché con i principi di partecipazione al procedimento amministrativo” e che c’era stata una “concorrenza limitata che ha favorito le coop in gara”. Due sentenze nuovamente sul tavolo del Tribunale Amministrativo del Lazio che adesso dovrà valutare la sanzione economica da infliggere al X Municipio, con possibile grave danno per le casse municipali.

In entrambi i casi, però, il Comune di Roma non ha presentato ricorso al Consiglio di Stato quindi la sentenza è passata in giudicato. A creare ulteriori problemi per la cittadina del litorale, c’è stata anche la condanna a risarcire Anffas Ostia Onlus. L’associazione, infatti, in entrambi i casi, è risultata vincitrice, ma esclusa ingiustamente.

Anche il recente ultimo bando è stato nuovamente annullato e così, questa procedura di affidamento del servizio di Assistenza Educativa e Culturale sarà sottoposta ad un’attenta revisione delle autorità competenti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here