Maltempo, Fregene colpita ancora dall’erosione

7/3/2017 – Il maltempo continua a devastare la costa romana. A Fregene l’erosione causata dalle mareggiate che si stanno abbattendo sugli arenili continuano senza sosta e soprattutto senza alcun ostacolo a colpire gli stabilimenti balneari ormai in molti casi privi di spiaggia.

FREGENE Gli stabilimenti della costa turistica di Fregene ormai hanno raggiunto d tempo il punto di non ritorno. A farne le spese e a vedere ogni giorno le proprie strutture devastate è lo stabilimento La Nave dove le onde, spinte dal vento che ha raggiunto i 40 nodi, nel corso della notte hanno avuto la meglio dei piloni della terrazza e della tettoia della struttura. Danni anche al Point Break. “Dalle 17 di ieri pomeriggio è arrivato il colpo di grazia e quanto successo a La Nave e’ eloquente – ha spiegato Luca Pacitto, titolare del Point Break – Da noi il mare scava ormai le fondamenta. Il progetto anti erosione del geo tubo è un fantasma, non abbiamo notizie dalla Regione e siamo ormai senza difesa. E di mareggiate ne arriveranno altre”. Disagi anche al Capri e al Rivetta.
“Gli unici interventi per difendere le strutture – ha commentato il sindaco di Fiumicino Esterino Montino – sono stati realizzati dai singoli operatori interessati che però, senza un intervento complessivo da parte della Regione, non sono risolutivi del problema. Mi auguro che il grido di allarme che arriva dai lavoratori di questo settore e dalle loro famiglie convinca la Regione ad accelerare l’iter amministrativo per arrivare a soluzioni in grado di difendere la nostra costa. Abbiamo a cuore i 24 chilometri del nostro litorale, uno dei luoghi più attrattivi dal punto di vista ambientale e turistico del territorio di Fiumicino. Faremo tutto quanto è nelle nostre poche competenze per difenderlo con forza anche su tutti i tavoli istituzionali. Oggi sono andato per un sopralluogo a Fregene sud, una delle zone più colpite dalla furia del mare. Lunghi mesi di discussione in conferenza dei servizi con la regione Lazio impegnati a discutere ed approvare il progetto di difesa di quel tratto di costa attraverso la messa in posa di un geotubo. L’iter sembrava quasi concluso già a novembre scorso ma la decisione di sottoporre il progetto alla Valutazione d’impatto ambientale ha allungato notevolmente i tempi di realizzazione dell’opera lasciando priva di difesa il tratto di spiaggia sottoposta a erosione”.

I danni ci sono stati…eccome!Stabilimento La Nave a Fregene.

Posted by Luisa Grandi on Dienstag, 7. März 2017

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here