Spaccio e ricettazione, due arresti deii Carabinieri di Civitavecchia

25/03/2017 – Mercoledì sono scattate le manette per due pregiudicati. I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia, hanno posto in stato di fermo, un 50enne tunisino, accusato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e un 30enne rumeno, responsabile di ricettazione, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

Il tunisino, residente a Ladispoli, è stato tratto in arresto dai Carabinieri della Stazione della cittadina. I militari, impegnati in controlli sul territorio per prevenire lo spaccio di stupefacenti, sono stati insospettiti dall’uomo. Il 50enne, si aggirava con fare sospetto in viale Italia, quindi sono scattati i controlli. L’uomo alla vista dei Carabinieri, ha tentato la fuga a piedi, terminata con una breve colluttazione e il fermo. Una volta perquisito anche il suo appartamento, i militari sono entrati in possesso di 22 grammi di eroina, 2 grammi di hashish, un bilancino di precisione e 90 euro, probabile profitto derivato dall’attività di spaccio. Il 50enne pertanto è stato arrestato e tradotto alla Casa Circondariale di Civitavecchia con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Sempre nella notte di mercoledì, i Carabinieri della Stazione di Cerveteri, insospettiti dalla targa anomala di un ciclomotore guidato da un 30enne, hanno deciso di procedere con i controlli. Il giovane, vedendo sopraggiungere i militari, ha tentato la fuga, travolgendo e ferendo lievemente un militare. Il rumeno raggiunto è stato poi immobilizzato. Dai successivi controlli è emerso che il mezzo rubato a Roma nel novembre 2016, aveva la targa manomessa per insabbiare il furto. L’uomo ora si trova agli arresti domiciliari con l’accusa di ricettazione, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here