Contributo sui fabbricati dei consorzi di bonifica, Malcotti: “Abolire un balzello inutile”

“La Giunta Zingaretti abolisca i contributi dei cittadini ai Consorzi di bonifica. Abbiamo raccolto la segnalazione della comunità di Borgo San Martino di Cerveteri che, da anni, si batte per l’abolizione del contributo sui fabbricati al Consorzio di bonifica Tevere e Agro romano”E’ quanto dichiara il consigliere regionale del Lazio, Luca Malcotti (Cuoritaliani – Lavoro e Territorio). “I Consorzi, infatti, continuano a chiedere l’imposta sui fabbricati che insistono sui terreni consorziati, anche in assenza di interventi a beneficio degli immobili che giustifichino questo contributo. Si tratta di un balzello inutile, oltre che ingiusto, su cui ho presentato un’interrogazione al presidente Zingaretti affinché verifichi la legittimità del contributo, anche alla luce di diverse sentenze della Corte di Cassazione, nonché della commissione Tributaria provinciale di Roma, che di fatto certificano l’illegittimità di questa imposta laddove non sia connessa a interventi concreti a vantaggio dei fabbricati. L’assessore Buschini, nella sua riposta, ha garantito che la questione sarà oggetto del processo di riforma dei Consorzi cui l’amministrazione sta lavorando, ma ritengo che, nel frattempo, sia doveroso intervenire per sospendere il versamento di questa imposta perché di fatto avvantaggia solo i Consorzi e non dei cittadini sui quali ricade un ulteriore onere fiscale, senza alcun servizio o beneficio aggiuntivo”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here