Alitalia, Bonanni-Petrillo: “Consiglio comunale esprime visione di sistema”

 

29/3/2017 – Il Consiglio Comunale di Fiumicino, nella seduta aperta che si è svolta al Terminal 5 dell’aeroporto Leonardo da Vinci, ha approvato all’unanimità una mozione che presenta una proposta per il rilancio di Alitalia.
Tale proposta punta, attraverso una strategia di ristrutturazione aziendale, alla salvaguardia del personale, all’efficientamento e alla riduzione dei costi.
“Invito tutti i Comuni dell’hinterland aeroportuale – afferma il capogruppo di Si-Sel, Antonio Bonanni – dove risiedono molti dipendenti del Leonardo da Vinci, soprattutto il Comune di Roma, a fare la loro parte in questa vicenda sposando a pieno la proposta di rilancio di Alitalia portata avanti dal Comune di Fiumicino. Come capogruppo di SI-Sel appoggio pienamente l’iniziativa e sono pronto a scendere in piazza con i lavoratori e i loro rappresentanti sindacali, oggi presenti in Consiglio Comunale insieme ad alcuni lavoratori di altre aziende che rischiano il licenziamento, per la difesa dei posti di lavoro sperando che in questa battaglia si uniscano i cittadini con le loro famiglie, imprenditori, commercianti, associazioni e partiti politici”.
“Quella dell’Alitalia – dichiara il consigliere comunale Angelo Petrillo – non è solo una crisi aziendale, ma un processo di involuzione dei diritti e una costante perdita di dignità dei lavoratori. La ex compagnia di bandiera è stata motivo di orgoglio anche per il nostro territorio e parte della crescita economica e lavorativa di numerose famiglie di Fiumicino. Ora quest’azienda si è trasformata in una catastrofe manageriale, capace di perdere 600 milioni in un anno e di produrre come unica risposta strategica il licenziamento di oltre 2000 persone. Questo non è un piano industriale ma una macelleria sociale. I manager di Alitalia cercano di risolvere la crisi scaricando la loro inefficienza sull’unica vera risorsa, quella umana fatta di tante professionalità e conoscenze maturate negli anni”.
“Appoggeremo con tutta la nostra forza – concludono i consiglieri – una proposta politica condivisa da tutto il Consiglio che finalmente ha una visione di sistema”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here