Pomezia, in manette due giovanissimi rapinatori

9/2/2017 – Al termine di una febbrile attività di ricerca, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Pomezia hanno arrestato un 18enne italiano, incensurato, ed un 17enne rumeno, con precedenti, con l’accusa di rapina e lesioni personali in concorso. I due giovani si erano, poco prima, resi responsabili di una rapina ai danni di un ragazzo di 20 anni, commessa a Pomezia, in via Filippo Re. I giovani hanno avvicinato la vittima che si trovava da solo davanti ad un distributore automatico di sigarette e, dopo averlo picchiato con una stampella, si sono fatti consegnare 20 euro in contanti ed un anello in oroSubito è scattato il piano di ricerche dei Carabinieri della Compagnia di Pomezia, allertati da una chiamata giunta al numero di emergenza 112, che ha permesso di rintracciare i rapinatori in via Varrone, mentre stavano fuggendo a piediDurante le perquisizioni, i Carabinieri hanno recuperato l’intera refurtiva, che è stata subito restituita al legittimo proprietario, nonché la stampella utilizzata per picchiare il ragazzo. Il giovane rapinato è stato trasportato al pronto soccorso della clinica Sant’Anna di Pomezia dove è stato medicato per le contusioni riportate. Degli arrestati, il maggiorenne è stato portato in carcere a Velletri, mentre il minorenne in un Istituto Penitenziario Minorile di Roma.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here