Giudice di Pace, oggi il sopralluogo in piazza Capelvenere

3/2/2017 – «Questa mattina, finalmente, il sopralluogo presso i locali del Comune di piazza Capelvenere ad Acilia. L’apertura del Tribunale per il Giudice di Pace si concretizza – commenta soddisfatta la senatrice del X Municipio in quota Ap, Fabiola Anitori -. È stata una battaglia lunga e irta di ostacoli burocratici e intoppi legati ad un incomprensibile muro di gomma che impedisce il passaggio di carte tra un ufficio e l’altro della pubblica amministrazione, ma ci siamo». Spiega Anitori: «Oggi con i tecnici del Comune di Roma e del Ministero di Grazia e Giustizia per valutare i metri quadrati disponibili, certi che questa sarà una sede provvisoria, consapevoli del fatto che finalmente si concludere un percorso iniziato nel 2013, un tempo infinito, ma ci siamo. Il mio impegno ha trovato una sponda fertile nell’operatività dello stesso prefetto Vulpiani che ha condiviso fin dall’inizio del suo mandato le mie proposte: ridare un presidio di legalità ad Ostia. Una cittadella della giustizia che io stessa individuai nella sede dell’ex Gil, struttura pubblica abbandonata, per sua natura però, capace di accogliere nello stesso luogo l’ufficio del Giudice di Pace e la sede della Polizia Municipale». «Appena cinque giorni fa ho consegnato nelle mani del prefetto Vulpiani la richiesta ufficiale di disponibilità di un immobile da parte del direttore generale del Ministero della Giustizia firmata lo scorso 24 maggio del 2016 – ricorda Anitori -. Una richiesta che ha atteso quasi un anno, nascosta nei cassetti delle varie amministrazioni competenti come in quello della Direzione gestione del Patrimonio del Comune di Roma che, sottolineo, per l’arbitraria interpretazione di una frase non ha mai risposto alle sollecitazioni giunte dal ministero. Ma oggi è una bella giornata e dobbiamo auguraci che vada a buon fine anche il progetto di ristrutturazione di quella che sarà la sede definitiva del tribunale: la nuova Cittadella della Giustizia nel complesso ristrutturato dell’ex Gil di Ostia». Concludendo la senatrice Anitori, impegnata in prima persona affinchè il X Municipio potesse avere un avamposto di legalità, ricorda anche che ”l’individuazione di una sede del Giudice di Pace era attesa dal 2014 così come previsto dal Governo nel Decreto Legge n.132; un atto quest’ultimo nato da un’altra stretta e proficua collaborazione: quella con il sottosegretario Ferri e il Ministro Orlando.  

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here