M5S: “ll Litorale si dota di uno strumento di pianificazione idrogeologica, che inverte la rotta che il territorio stava seguendo”

25/1/2017 – “Ora è ufficiale. L’Autorità di Bacino del Fiume Tevere ha emesso il decreto segretariale 58 che adotta la mappatura del rischio idraulico di tutta la fascia litorale di Roma. La mappa ricomprende i territori del Municipio X, e ne certifica, finalmente, la fragilità idrogeologica”. Lo dice il Movimento 5 Stelle del X Municipio. “Il 14 dicembre scorso, il Comitato Tecnico dell’Autorità di Bacino aveva votato a maggioranza per l’adozione della perimetrazione ma mancava ancora l’ufficialità. Da martedì 24 gennaio 2017, proprio all’inizio del 133° anniversario della Bonifica Ravennate, il Litorale Romano si dota, per la prima volta, di uno strumento di pianificazione idrogeologica, che inverte la rotta miope che il territorio stava seguendo. Questo decreto, segna un passaggio epocale, la base di una nuova partenza che offre la prospettiva della salvaguardia idraulica di un territorio che si è dimenticato troppo presto di essere figlio della bonifica dei primi del 900. Siamo soddisfatti di aver partecipato attivamente a questo radicale processo di cambiamento per il territorio. Sono passati ormai più di due anni, dalla mozione numero 13 del 28 ottobre 2014, presentata in Consiglio Municipale dai nostri portavoce in Municipio, con cui si chiedeva la mappatura del rischio idraulico delle aree costantemente alluvionate. Il processo ha coinvolto il Movimento 5 Stelle a tutti i livelli: dal Municipio, al Comune, alla Regione, al Parlamento, in un percorso lungo in cui l’interesse generale e la salvaguardia del territorio è stato l’obiettivo centrale di tutta la nostra azione. Con la mappatura del rischio idraulico il territorio del Municipio X può iniziare a ridisegnare le sue priorità in termini di pianificazione urbanistica, finanziamenti e piani di emergenza, pretendendo con più forza il rispetto delle sue fragilità. Ci siamo. La rivoluzione parte da piccoli passi contro corrente”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here