Degrado lungo l’Aurelia, “Anas rispetti i patti”

20/1/2017 – «Che qualcuno abbia finalmente capito che le nostre ‘punzecchiature’ non hanno un carattere politico ma sono la ‘summa’ delle difficoltà quotidiane di amici, associati, conoscenti e residenti, è cosa lodevole. E va dato atto al sindaco Montino di aver aperto un dialogo prima del tutto inesistente». Lo dichiarano Roberto Severini ed Emilio Erriu, presidente e vicepresidente associazione Crescere Insieme. «Le associazioni fanno questo, lavorano per migliorare le cose. A volte sollevando i problemi, a volte proponendo soluzione, a volte battendo i pugni sul tavolo, altre ringraziando per la collaborazione. Nulla di strano. Scrivere all’Anas per la viabilità di Granaretto va bene, ma serve qualcosa di più. Serve che – proseguono – i patti sottoscritti vengano rispettati. Gli investimenti promessi su Granaretto e Aranova devono essere sbloccati. Come va rispettato l’impegno per la manutenzione e la pulizia dei tratti di competenza Anas, dal bivio di Fregene a quello di Aranova. Ieri mattina abbiamo fatto un sopralluogo e lo spettacolo è davvero imbarazzante. Le due entrate sono piene di rifiuti e versano in uno stato di profondo degrado. Lì serve l’installazione di telecamere, come chiediamo da anni e come era stato promesso dall’Anas. Apprezziamo lo sforzo del sindaco Montino di collaborare con associazioni, comitati e pro loco. Apprezziamo la sua disponibilità al dialogo e al confronto. Ma poi bisogna portare questa collaborazione a livelli più alti. Noi ci siamo. Ma chiediamo provvedimenti tangibili».

 

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here