Commissariamento, Bonafoni (SI-Sel): “Sbagliato spostare il dibattito sul subito al voto”

22/1/2017 – “Spostare l’attenzione sul tema voto sì o voto no ad Ostia non fa bene a nessuno, neppure alla causa di chi – sbagliando – invoca “il ritorno della democrazia” su quel territorio. Prima di chiedere il ritorno alle urne, peraltro non da oggi ma addirittura nel corso dell’ultima campagna elettorale, sarebbe bene domandarsi ad esempio perché le associazioni che da anni si battono contro la mafia sul litorale tacciano di fronte alla proroga del commissariamento, nonché mettersi all’ascolto delle inchieste che già ora dipingono scenari gravissimi di penetrazione della criminalità nel tessuto ostiense”. Lo dichiara in una nota Marta Bonafoni, consigliera regionale di Si-Sel e vicepresidente della commissione regionale antimafia. “Quando come commissione antimafia della Regione Lazio siamo stati in audizione dal commissario Vulpiani, abbiamo avuto forte la sensazione di una situazione ancora fortemente critica. Semmai occorre chiedere che il Prefetto da una parte informi la cittadinanza sui risultati raggiunti e quelli ancora da raggiungere del suo lavoro, e pretendere che lo stesso Vulpiani venga messo in condizione di agire al meglio: solo con uomini e risorse adeguati il commissariamento potrà avere un’efficacia reale. Il tema non è la sua durata ma la sua utilità profonda. Non basta dire che siamo “agli antipodi di Casapound”, e ci mancherebbe altro. Occorre avere chiaro una volta e per tutte che a Ostia si gioca gran parte della credibilità insieme delle istituzioni e della società civile romana nella lotta alla mafia”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here