Ostia, condannato a 4 anni l’ex dirigente Antonio Franco

23/12/2016 – Auto di servizio usata come mezzo personale per andare a trovare l’amante o per andare nella sala scommesse preferita. Sono queste le accuse che hanno portato alla condanna a 4 anni di reclusione ad Antonio Franco, ex dirigente del commissariato di polizia di Ostia per peculato, falso e truffa. Il gup Massimo Di Lauro ha emanato la sentenza di condanna al termine del processo che si è tenuto con il rito abbreviato. In particolare il giudica ha contestato “l’uso improprio di una automobile a lui assegnata per motivi di servizio” e l’aver “indotto in errore il ministero dell’Interno rappresentando la sua presenza sul luogo di lavoro con lo svolgimento di ore ordinarie e straordinarie lavorate”. La Smart in uso a Franco era stata assegnata dal commissariato per svolgere attività investigative che invece l’ex dirigente usava per motivi personali. Franco è ancora imputato anche nel procedimento per corruzione legato alla risoluzione di pratiche amministrative per conto di Mauro Carfagna, titolare di quattro sale giochi di Ostia e legato a Ottavio Spada. Secondo la procura i “favori” di Franco erano ricompensati con il pagamento del canone mensile di 4mila euro per un appartamento dove l’ex poliziotto si incontrava con l’amante. Una vicenda per la quale il pm Mario Palazzi sta per notificare agli interessati l’avviso di chiusura inchiesta, passo che in genere prelude alla richiesta di rinvio a giudizio.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here