(FOTO) Crolla il soffitto negli spogliatoi della municipale. Intervento dei pompieri

4/12/2016 – I vigili del fuoco sono intervenuti nella sede della polizia locale di via Capo delle Armi a causa del crollo del soffitto negli spogliatoi maschili. Un cedimento che ha portato inoltre alla chiusura dell’ufficio di polizia stradale e il piccolo corridoio che porta ad una delle uscite, dovuto alle infiltrazioni d’acqua dopo la pioggia di ieri e che hanno ancora una volta portato alla luce come la caserma “Calcioli” non sia più adatta ad ospitare il X gruppo in condizioni non solo di vivibilità ma anche di sicurezza. Una situazione che ormai da tempo gli agenti si trovano a dover vivere, a causa anche delle perdite d’acqua dal soffitto nei bagni dello spogliatoio e il rigonfiamento dell’intonaco nella sala conferenze, e che influisce anche sui cittadini che ogni giorno si rivolgono agli uffici della polizia locale. Da settimane infatti i riscaldamenti all’interno della struttura non sono accesi a causa del mancato pagamento delle bollette. Il fornitore del servizio quindi, come avverrebbe con qualsiasi cittadino, ha deciso di interrompere la fornitura, lasciando la palazzina al gelo. Se infatti fino a qualche giorno fa le condizioni erano ancora accettabili adesso con il calo delle temperature lavorare nella sede è diventata una tortura per gli agenti soprattutto durante il turno notturno quando inevitabilmente si sfiorano gli 0 gradi. Stesso scenario, ma questa volta per le temperature troppo elevate, quello che si era avuto durante l’estate con i termometri che in alcuni casi avevano superato i 40 gradi a causa della mancata operatività del sistema di condizionamento. Un ambiente di lavoro inadeguato che aveva costretto i rappresentanti sindacali a chiedere un sopralluogo dell’Asl che aveva infatti rilevato le carenze strutturali tanto da intimare al comandate del corpo Diego Porta ad intervenire. Interventi che non sono mai stati realizzati e che si sono conseguentemente aggravati con infiltrazioni di umidità praticamente ovunque. Fino al crollo di questa mattina. «È inaccettabile ed intollerabile un tale disinteresse in ordine alla sistemazione logistica ed alla funzionalità della Caserma della Polizia Locale. – spiega Raffaele Paciocca, rsu Cisl – L’inerzia dei rappresentanti della Amministrazione e del datore di lavoro sono una manifestazione contingente dell’incapacità di pensare a dare efficienza, funzionalità ad un organismo che possiede centralità nella vita della Città. Con il crollo del soffitto dello spogliatoio oltre al rischio di subire lesioni abbiamo ricevuto un colpo simbolico alla nostra dignità professionale. La questione verrà affrontata nell’assemblea unitaria che si terrà in Municipio martedì dalle 13 alle 15 nella quale verranno prese in considerazione iniziative sindacali. Vogliamo l’aiuto dei cittadini – conclude  Paciocca – perché chiediamo da tempo un edificio pubblico con azzeramento del costo per il fitto passivo affinché i contribuenti possano risparmiare soldi per il pagamento di una caserma che, allo stato dei fatti, risulta inefficiente e insidiosa».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here