Approvata la mappatura del rischio idraulico

15/12/2016 – Nella seduta di ieri del Comitato Tecnico dell’Autorità di Bacino del Fiume Tevere è stata approvata la mappatura del rischio idraulico, proposta con il decreto segretariale 42/2015, stante la richiesta di ritiro della Regione Lazio. Il Decreto, approvato a maggioranza, è un segnale importante di cambiamento culturale che inizia finalmente a guardare in faccia la fragilità storica del territorio del Decimo Municipio di Roma Capitale che da anni subisce fenomeni alluvionali. «Il nostro primo pensiero va – spiegano dal Movimento 5 Stelle del X Municipio – a tutti quei cittadini che, messi in ginocchio dalle alluvioni, hanno perso serenità e affetti nelle loro case, sommerse di acqua e liquami e ogni volta sono stati costretti a rialzarsi, mentre nessuno riconosceva quei luoghi come aree a rischio idraulico. Per tali ragioni abbiamo avviato una battaglia a questo diritto, iniziata ormai  due anni fa, proprio quando i cittadini, supportati dai Comitati di Quartiere, occuparono la Sala Consigliare del X Municipio per chiedere alla Politica di attivarsi seriamente per la messa in sicurezza idraulica del territorio di Ostia e soprattutto del suo entroterra. Ritenemmo, presentando la nostra mozione n.13/2014 in Consiglio Municipale, che solo attraverso una seria mappatura delle criticità idrauliche e il riconoscimento delle aree a rischio, si potesse dare inizio ad un nuovo modo di pensare lo sviluppo di questo territorio. Ritenemmo giusto fare una scelta di responsabilità, per mirare ai finanziamenti governativi e regionali, alla realizzazione dei piani di protezione civile e iniziare la programmazione urbanistica responsabile di un territorio assaltato dalla cementificazione. Abbiamo lavorato a tutti i livelli, con i nostri portavoce. Dalla Sindaca Raggi, ai Consiglieri Regionali, Comunali, Municipali al Parlamento. Ognuno di noi è stato un tassello fondamentale per il raggiungimento di questo successo. – proseguono dal M5S – Una partita corale e partecipata, che si è giocata sempre con il sostegno delle nostre idee. La forte mobilitazione cittadina nel X Municipio di questi giorni per chiedere l’approvazione del Decreto Segretariale 42/2015 in sede di Comitato Tecnico, è stata la conferma di aver fatto le scelte giuste e dalla parte della collettività. Ora dobbiamo continuare nel solco tracciato, affinché questo traguardo diventi una nuova partenza. E per questo ci batteremo affinché si riescano ad ottenere tutti i vantaggi derivanti dalla mappatura del rischio idrogeologico del territorio del X Municipio di Roma Capitale».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here