IL FATTO – Concluse le indagini per l’omicidio di Sara di Pietrantonio

19/11/2016 – La procura di Roma ha concluso le indagini a carico di Vincenzo Paduano, il vigilante ventisettenne che, nella notte tra il 28 e il 29 maggio scorsi, uccise la sua ex fidanzata, la 22enne Sara di Pietrantonio, in una piazzola lungo via della Magliana. Le accuse nei confronti del giovane sono quelle di omicidio volontario premeditato, stalking, distruzione di cadavere e incendio. L’atto, che normalmente prelude a una richiesta di rinvio a giudizio, è stato firmato dal procuratore aggiunto Maria Monteleone e dal sostituto procuratore Maria Gabriella Fazi. Paduano, che avrebbe agito perché incapace di accettare la fine della relazione con Sara, avrebbe prima molestato con messaggi e telefonate la ragazza e poi, deciso ad avere un confronto diretto con quest’ultima, l’avrebbe prima seguita a bordo della propria automobile e, dopo averla costretta ad accostare, l’ha uccisa e data alle fiamme. Nella stessa circostanza, Paduano incendiò anche la macchina della vittima.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here