X Municipio, “I cittadini meritano ascolto e risposte”. Interrogazione del senatore Cervellini

10/10/2016 – “Negli ultimi mesi, cittadini e forze politiche si sono rivolti alla Commissione prefettizia, nominata dopo lo scioglimento per infiltrazioni criminali del Municipio X a seguito dell’inchiesta Mafia Capitale, per aprire un dialogo su una serie di problemi di primaria importanza, come la mancata apertura di alcune scuole, la messa in sicurezza idraulica del territorio, la mancata trasformazione di una struttura in presidio di primo soccorso (già deliberata da tempo), la mobilità pubblica, i bandi per l’assistenza scolastica agli studenti con difficoltà psicomotorie e quelli per l’utilizzo pomeridiano delle palestre scolastiche. Non hanno ancora ricevuto alcuna risposta”. Lo dichiara in una nota il senatore di Sinistra Italiana-SEL Massimo Cervellini, vice presidente della Commissione Lavori pubblici, firmatario di un’interrogazione al Ministero degli Interni tesa a far luce sull’operatività della Commissione prefettizia, guidata da Domenico Vulpiani. “Non è ammissibile che i cittadini del Municipio X continuino a scontare, in termini di inerzia e disservizi, le conseguenze del terremoto ‘Mafia Capitale’: meritano ascolto e risposte, anche tenendo conto delle tante buone pratiche di riqualificazione del tessuto socio-culturale che nel tempo sono diventate punti di riferimento territoriali”. “Da tempo segnaliamo questa incresciosa situazione – sottolinea Marco Possanzini di Sinistra Italiana-SEL Municipio X – avendo inviato al Commissario prefettizio richieste di incontro. Nessuno ci convoca. Il ministro degli Interni ci spieghi perché l’amministrazione municipale, oggi commissariata, non risponde alle nostre domande e non vuole nemmeno ricevere una delegazione di Sinistra Italiana. I cittadini del nostro Municipio stanno continuando a pagare un prezzo davvero troppo alto”.

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

Al Ministro dell’Interno

Premesso che

la maxi inchiesta “Mondo di mezzo” della procura coordinata dal Dott. Giuseppe Pignatone ha determinato un terremoto politico giudiziario meglio noto con il nome di Mafia Capitale, mettendo in evidenza e mostrando all’opinione pubblica un quadro di grave degrado etico, sociale, politico, amministrativo, morale della città di Roma;

conseguenza dell’inchiesta Mafia Capitale è stata lo scioglimento per infiltrazioni criminali del Municipio X di Roma e la nomina di una Commissione Prefettizia, guidata da S.E il Prefetto Dott. Domenico Vulpiani, a tutt’oggi nel pieno esercizio del mandato assegnato;

considerato che

negli ultimi mesi, cittadini e forze politiche si sono rivolti alla Commissione Prefettizia per aprire un dialogo su una serie di problemi di primaria importanza, come la mancata apertura di alcune scuole, il tema della messa in sicurezza idraulica del territorio, la mancata trasformazione di una struttura in presidio di primo soccorso (già deliberata da tempo), la mobilità pubblica, i bandi per l’assistenza scolastica agli studenti con difficoltà psicomotorie e quelli per l’utilizzo pomeridiano delle palestre scolastiche, non ricevendo alcuna risposta;

per sapere

se il Ministro sia a conoscenza di questi fatti e come intenda porre in essere atti che consentano di ascoltare e fornire risposte ai cittadini residenti nel territorio del X Municipio di Roma.

Sen. Massimo Cervellini

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here