Le dune di Capocotta a rischio abbandono e degrado

22/10/2016 – Legambiente scrive alla Sindaca Raggi e all’Assessore Muraro di Roma Capitale, al commissario Vulpiani e alla direttrice Esposito del Municipio Roma X, perchè a Capocotta, nell’area più pregiata della Riserva del Litorale Romano, il prossimo 31 ottobre finirà l’affidamento temporaneo con il quale il Municipio X assegnava i servizi connessi alla balneazione per garantire la condizione di miglior fruibilità possibile nell’area. Mentre l’amministrazione municipale ha più volte ribadito l’intenzione di affidare la gestione dell’area tramite gara europea, gara ancora non avviata e lontana da arrivare ad esito finale giusto e definito, le splendide Dune di Capocotta resteranno dal 1 novembre senza nessun servizio di tutela e salvaguardia rischiando l’abbandono e il degrado.
“Le dune di Capocotta rischiano l’abbandono e il degrado dal prossimo novembre – dichiara Roberto Scacchi Presidente di Legambiente Lazio – abbiamo scritto al Comune di Roma e al Municipio perché preoccupati dalla situazione, chiedendo loro di affidare velocemente l’area con bando di evidenza pubblica e intanto avviare una soluzione transitoria che garantisca la fruibilità, la pulizia, la salvaguardia delle dune, sul modello della scorsa estate, fino all’esito conclusivo della gara. Abbiamo sempre sostenuto il modello di gestione che oltre 15 fa ha strappato Capocotta al degrado rendendo l’area la più pregiata della Riserva del Litorale Romano, ora chiediamo che tale modalità di gestione possa divenire la soluzione transitoria che ne garantisca la cura fino al termine della gara, auspicando che questa possa aprirsi e concludersi positivamente nel minor tempo possibile. Le splendide dune non possono tornare dopo sedici anni ad essere preda del degrado, Comune e Municipio scongiurino tali rischi”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here