Fiumicino, bambino muore affogato in un canale

3/10/2016 – Tragedia oggi pomeriggio a Maccarese. A perdere la vita è stato Alessandro Elisei, un bambino di 11 anni morto affogato in un canale. È accaduto in viale di Campo Salino vicino alla scuola elementare Ettore Marchiafava. Secondo una prima ricostruzione il bambino poco dopo le 16 stava giocando lungo gli argini rialzati, a circa 300 metri dall’abitazione della nonna dove trascorreva le giornate nell’attesa del rientro dei genitori entrambi di Maccarese e dipendenti di una fabbrica, quanto per cause ancora da accertare è caduto nel canale di bonifica pieno d’acqua per le piogge degli ultimi giorni. Tutto è accaduto in un istante. Alessandro infatti è stato velocemente risucchiato dall’acqua scura e limacciosa. Ad accorgersi che qualcosa non andava la nonna che affacciatasi non aveva visto il nipote. Immediato era scattato l’allarme. Le grida della donna hanno attirato l’attenzione di un poliziotto del commissariato Lido libero dal servizio. L’agente insieme ad un altro uomo si è gettato nel canale cercando il bimbo trovando a circa 100 metri da dove sarebbe caduto prima di essere stato trascinato dalla corrente. Per lunghi minuti il poliziotto ha cercato di rianimarlo. In via di Campo Salino sono arrivati anche i vigili del fuoco, il personale medico del 118 e gli agenti di polizia di Fiumicino. Ad intervenire anche l’eliambulanza Pegaso 33 partita dalla base di Viterbo e attrezzata per il recupero di persone in zone particolarmente difficili. Purtroppo le manovre di rianimazione messe in atto da medico e infermiere dell’emergenza arrivati a bordo dell’elicottero si sono protratte a lungo ma non sono servire a salvare la vita del piccolo Alessandro. Sul posto dell’incidente anche il pubblico ministero di Civitavecchia e gli agenti della polizia scientifica che stanno effettuando i rilievi in zona.

SEGUONO AGGIORNAMENTI

CONDIVIDI

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here