Ostia, mancano i posti nelle case famiglia e i vigili ospitano un 16enne

14/10/2016 – Mancano posti nelle case famiglia e così il Comando dei vigili di Ostia si attrezza con brandina e coperte per accogliere negli uffici un 16enne albanese.
“Il minore – spiegano i sindacalisti dell’Ospol Polizia Locale di Roma Capitale X Gruppo Mare – ‎si è presentato al Comando di Ostia mercoledì scorso chiedendo assistenza e spiegando che era arrivato da Brindisi e non sapeva dove dormire. Il 16enne è stato subito preso in carico dal Nae che ha attivato la procedura con il Tribunale dei Minori e i servizi sociali, scoprendo purtroppo che per il ragazzino non c’era posto in nessuna struttura nel comune di Roma. Abbiamo così allestito una brandina negli uffici di via Capo delle Armi e chiesto coperte alla Caritas per dargli un posto dove dormire e mangiare. Un collega l’ha portato in un centro sportivo per fargli fare una doccia. Il caso di Ostia però non è isolato: sono una ventina i minori ospitati dai gruppi della Polizia Locale in tutta Roma. Siamo obbligati a dare assistenza a un minore, ma ci sono dei problemi d’igiene, decoro e sicurezza. Se il ragazzo si fa male ne rispondiamo noi”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here