Ladispoli cerca sponsor per il restauro della fontana “Capitello Piacentini”

13/10/2016 – «A.A.A. cercasi sponsor per il restauro della fontana “Capitello Piacentini” di piazza della Vittoria a Ladispoli». Il comune ha pubblicato ieri l’avviso pubblico per individuare sponsorizzazioni private per la riqualificazione di uno dei principali simboli della cittadina. Le proposte di sponsorizzazione dovranno essere rivolte ai seguenti interventi essenziali:
– pulizia con idonei prodotti chimici in relazione anche al tipo di pietra presente (la tipologia del prodotto sarà valutata solo dopo la prima fase di pulizia manuale);
– chiusura di eventuali crepe causate da cedimenti o dall’apparato radicale della vegetazione (in particolare a causa delle tamerici);
– impermeabilizzazione della vasca principale;
– sistemazione impianto idraulico e riattivazione dei giochi d‘acqua (zampilli);
– realizzazione di impianto di illuminazione tramite la fornitura e posa in opera di nr. ¾ fari da immersione (IP68 — tipologia LED), da collocare all’interno della vasca principale in modo da valorizzare il capitello del Piacentini.
Lo sponsor si deve impegnare a risarcire qualsiasi danno arrecato alla proprietà pubblica o privata durante i lavori di installazione, realizzazione e/o fornitura cosi come è obbligato al rispetto della normativa vigente per l’utilizzo del suolo pubblico e al rispetto delle norme sulla sicurezza della circolazione stradale con particolare attenzione alle distanze di visibilità. Le responsabilità civili e penali in caso di incidenti o danni che si dovessero verificare nell’esercizio delle attività oggetto della presente convenzione, o conseguenti a mancato rispetto dei patti o delle prescrizioni tecniche, sono esclusivamente attribuibili allo Sponsor. Le manifestazioni d’interesse a sponsorizzare il restauro in oggetto, devono pervenire o essere presentate al comune di Ladispoli a mezzo di raccomandata del servizio postale, oppure mediante agenzia di recapito autorizzata oppure mediante consegna a mano del plico entro cinque giorni dalla pubblicazione dell’avviso sull’albo pretorio on line. «In particolare – si legge nel bando – l’Amministrazione Comunale, a proprio insindacabile giudizio, si riserva di non accettare le proposte che siano ritenute incompatibili od estranee al pubblico interesse. L’Amministrazione, tuttavia, si riserva sempre la facoltà di sottoporre le eventuali successive proposte di sponsorizzazione ad indagini di mercato o procedure concorsuali specifiche».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here