Cerveteri, emergenza allagamenti nei quartieri Saturno A e B (VIDEO)

3/10/2016 – È ancora emergenza allagamenti nei quartieri Saturno A e B di Cerveteri. Le forti piogge che la notte scorsa si sono abbattute sul litorale romano hanno portato per l’ennesima volta le fogne a riversare migliaia di litri d’acqua nelle strade. Una situazione che si ripropone dopo i due episodi che si erano già verificati a settembre. La troppa acqua manda infatti in tilt il sistema fognario. E nuovamente i cittadini tornano a chiedere spiegazioni all’amministrazione. «Non è possibile – spiegano – che ad ogni ondata di maltempo ci troviamo a dover fare i conti con questa situazione. Domenica notte abbiamo passato ore per cercare di limitare i danni immersi non solo nelle acque bianche ma anche in quelle nere. E oltretutto questo non accade solo per ondate prolungare di pioggia ma anche quando il maltempo dura una mezz’ora». Già nelle scorse settimane i residenti si erano recati in comune per chiedere chiarimenti riguardo ad una vicenda che sembra nascere dopo i lavori realizzati in seguito all’ordinanza 36 del 24/09/2015, nella quale si riportava che: «in seguito a verifiche effettuate dal personale tecnico del Servizio Ambiente le acque reflue degli immobili del Condomino Saturno 1 e 2 riversano nella rete fognaria delle acque bianche comunali, anziché in quelle nere andando a sfociare nel fosso del Manganello. Nella stessa, contestando il grave pericolo scaturente da questa situazione, si ordina all’amministratore del condomino di provvedere con urgenza ad eseguire ‘i lavori necessari di convogliamento delle acque reflue di tutti gli immobili del condominio in un unico punto di raccolta per essere poi collettati nella fognatura comunale per acque nere. L’inosservanza della presente ordinanza, come si legge, comporterà la denuncia dei trasgressori alle Autorità Giudiziaria». Lavori che erano stati effettuati ma che hanno scatenato tutti i problemi di smaltimento delle acque piovane. 

https://www.youtube.com/watch?v=dd95FagI4H4%20

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here