Sicurezza idrogeologica, che fine hanno fatto i fondi per gli interventi?

3/10/2016 – Che fine hanno fatto i lavori di messa in sicurezza idrogeologica nel X Municipio? A chiarirlo è Alessandro Ieva del coordinamento sicurezza idraulica del X Municipio ripercorrendo tutto il percorso compiuto dal consiglio straordinario sul dissesto idrogeologico del 28 ottobre del 2014 che arrivò dopo la lunga occupazione della sala Massimo Di Somma da parte di cittadini, comitati di quartiere e associazioni. In quell’occasione Ieva in qualità di delegato dei manifestanti spiegò le motivazioni di una protesta che arrivava per sollecitare la realizzazione di quegli interventi in grado di affrontare il tema del dissesto idrogeologico nel X Municipio. «Al termine del mio intervento l’ex assessore all’Ambiente Belmonte – spiega Ieva – lo definì anacronistico perché era arrivato il finanziamento di 2milioni di euro dalla Regione Lazio. Da quel momento di cose ne sono state dette tante, compresa “l’annunciazione” di 26 milioni di euro per il X Municipio per interventi che sarebbero dovuti partire già dal 2015. Seguì addirittura un finanziamento da parte del Comune di Roma per un’opera da 800mila euro e un piano di manutenzione da 1 milione. Quanti numeri! Una cosa è certa, – spiega Ieva – non ho mai smesso di occuparmi di dissesto idrogeologico. Ma veniamo ai famosi 2 milioni “anacronistici”. Il 4 agosto 2016 ho presentato istanza di accesso agli atti alla Regione Lazio per chiedere di conoscere le istruttorie dei progetti che la Regione aveva ricevuto dal X Municipio. Il riferimento è la nota prot.595302 del 27/10/2014, con la quale la Regione Lazio aveva confermato al X Municipio di Roma Capitale la disponibilità di 2 milioni di euro per la messa in sicurezza idraulica del territorio del X Municipio. Nel Consiglio Regionale del Lazio dell’11 febbraio 2015, l’assessore alle infrastrutture, politiche abitative e ambiente Fabio Refrigeri, in risposta all’interrogazione del Movimento 5 Stelle concernente “Chiarimenti sul finanziamento della Regione Lazio per i lavori di messa in sicurezza idraulica del Comune di Roma (Municipio X)”, rispondeva “…noi abbiamo fatto un finanziamento che era chiaro, come ho detto in Aula: presentateci i progetti che devono essere dentro le direttrici dei fondi del dissesto e della messa a norma dal punto di vista idrogeologico. I progetti – prosegue – sono arrivati la scorsa settimana e gli uffici hanno cominciato l’istruttoria.” L’8 settembre del 2016 ricevo risposta all’accesso agli atti nella quale si spiega che i progetti sono ancora in corso di istruttoria e non esistono al momento atti amministrativi di finanziamento per la realizzazione degli stessi. Dall’analisi del bilancio regionale caricato nel sistema ISED non risulta nessun finanziamento. Gli interventi citati sono però stati inseriti come richiesta di finanziamento all’interno del piano di finanziamento “Sblocca Italia”. Attualmente – conclude – risultano inseriti nella tabella C del DPCM 15/09/2015 ma non sono finanziati».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here