Fiumicino, ritardi dei lavori nelle scuole. Montino: “Provvedimenti per capire le responsabilità”

12/9/2016 – Un inizio di anno scolastico avvenuto non nel migliore dei modi a Fiumicino. In particolare quando questa mattina la campanella scolastica è tornata suonare molti i malumori che si sono rapidamente diffusi tra i genitori. In particolare a suscitare le ire delle famiglie sono stati i ritardi negli interventi di manutenzione che non hanno portato a realizzare quei lavori necessari per garantire la sicurezza dei piccoli alunni e i cantieri per lo sfalcio del verde che invece sono stati aperti solo questa mattina. Diverse le criticità. A Passoscuro i genitori della scuola elementare hanno deciso per protesta di non far entrare i bambini per i problemi di sicurezza del plesso scolastico che da ormai tre anni non viene manutenuto. A Palidoro invece a causa dei ritardi per l’ottenimento delle certificazioni sul rispetto delle normative una classe è stata costretta a fare lezione nella sala mensa. Disagi anche a Parco Leonardo dove ieri mattina le lezioni si sono svolte con le finestre chiuse perché i lavori di sfalcio dell’erba sono stati autorizzati solo ieri mattina. Scenario identico anche a Passoscuro e Palidoro, dove alle dieci gli operai della ditta incaricata erano ancora al lavoro. Una situazione che ha subito visto l’intervento de i consiglieri comunali Mauro Gonnelli, Federica Poggio e William De Vecchis. «Siamo di fronte all’ennesima dimostrazione dell’incapacità amministrativa di un centrosinistra che continua a parlare a casaccio di leggi che nulla centrano con i loro fallimenti. Un’amministrazione – proseguono – capace solo a millantare lavori e inaugurare opere mai realizzate. Auditorium, scuole, centri fitness, sottopassi, città dello sport, assunzioni, posti di lavoro, diminuzione delle tasse, miglioramento dei servizi. Ma dove sono finite tutte queste promesse? Se fosse uno spettacolo teatrale oggi questa amministrazione sarebbe da premio Oscar. Peccato che il loro mestiere sia un altro: mandare avanti una città. E a guardare i risultati (decoro pubblico, scuole, opere pubbliche, tasse e servizi) il risultato è tutt’altro che incoraggiante».

 

LA REPLICA DEL COMUNE – “Ci sono degli interventi in alcune scuole, come quella di Passoscuro, che potevano e dovevano essere svolti prima.” È quanto affermato dal sindaco di Fiumicino, Esterino Montino in un’assemblea a cui stamattina hanno partecipato i rappresentanti dell’Amministrazione con la dirigente scolastica e i genitori degli alunni della scuola di via Serrenti a Passoscuro. “L’ho detto chiaramente ai genitori presenti qui a Passoscuro, – ha proseguito il sindaco – lo ribadirò con più forza all’impresa alla quale spetta, ad esempio, la manutenzione dei giardini. È ovvio che l’intervento alle 6 di questa mattina nello spazio all’aperto di questo istituto scolastico è tardivo. Ed è altrettanto evidente che non è tollerabile attendere l’ultimo giro di orologio prima di intervenire. Prenderò provvedimenti nei confronti della ditta, devono essere chiare le responsabilità e come devono funzionare le cose, soprattutto di fronte a scadenze certe, come è certo l’inizio dell’anno scolastico a metà settembre. C’è poi un intervento più complesso su questa scuola di 350mila euro. Un intervento progettato, finanziato e messo in bilancio da questa Amministrazione che doveva andare in appalto prima delle ferie estive, ma che abbiamo dovuto fermare per riprogettarlo, secondo i dettami del nuovo codice degli appalti. Adesso abbiamo ultimato la progettazione conforme alle nuove procedure e tra qualche mese saremo in grado di dare il via a un intervento che riguarda anche la copertura della scuola. Su Passoscuro, infatti, non c’è bisogno soltanto di una manutenzione ordinaria, ma di un intervento straordinario e di lavori di ammodernamento che non vengono svolti da oltre un decennio”.

“Negli ultimi giorni – ha affermato l’assessore ai Lavori Pubblici, Angelo Caroccia – abbiamo messo una rete di sicurezza per far sì che i bambini non si avvicinassero al cornicione interessato dai lavori sull’intonaco che abbiamo tolto in gran parte nel mese di marzo e aprile. Da oggi c’è un elevatore con tre operai che stanno spicconando e intonacando alcune parti della facciata della scuola per darle un decoro maggiore dell’attuale. Nel frattempo, con gli operai che stanno lavorando a pieno regime, andremo avanti per un’altra settimana e mezza  per ripristinare l’intonaco sul cornicione. Si lavorerà anche sabato e domenica senza arrecare disturbo al normale svolgimento delle lezioni. Ricordiamo che il nostro assessorato e le nostre squadre di operai hanno lavorato per tutta l’estate aprendo sei nuove aule sul nostro territorio dove oggi siamo in grado di accogliere circa 200 bambini in più”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here