Erosione, la capitaneria porterà lunedì il problema in Regione

9/9/2016 – Finalmente l’emergenza erosione arriverà sul tavolo della Regione. A portarcela lunedì sarà la capitaneria di porto di Roma che si farà portavoce delle criticità che ormai da anni il litorale romano si trova a dover affrontare a causa del costante avanzare del mare. Che la situazione sia grave è ormai chiaro a tutti. Ad Ostia su lungomare Lutazio Catulo le mareggiate hanno ormai mangiato tutta la spiaggia e le onde, dopo aver nel tempo causato il crollo di decine di cabine, hanno raggiunto i pali di sostegno del marciapiede e della carreggiata stradale. Uno stato d’emergenza che sembra finalmente essere giunto ad un punto non più rimandabile tant’è che della questione se ne è discusso anche giovedì nel corso di un incontro tra il comandante della Capitaneria di Porto di Roma Fabrizio Ratto Vaquer con tutte le sigle dei balneari. Renato Papagni, Massimo Muzzarelli, Ruggero Barbadoro e Franco Pizzuti si sono seduti al tavolo della discussione e hanno affrontato il tema uniti finalmente sulla necessità sempre più urgente di sversare sul litorale la sabbia necessaria a restituire arenile alle spiagge e consentire quindi di affrontare le mareggiate che verranno portate dal maltempo che si abbatterà nei prossimi mesi sul Lido. Una tappa questa che dovrà essere necessariamente seguita dal posizionamento dei pennelli che serviranno a proteggere la sabbia sversata. All’inizio di agosto, dopo l’ennesimo crollo di cabine dovuto all’erosione a lanciare l’appello e, soprattutto, un chiaro j’accuse era stato Franco Petrini patron dello stabilimento balneare Nuova Pineta – Pinetina. «È da agosto dello scorso anno – aveva detto – che denuncio la situazione, segnalando la necessità di intervenire subito, ma da una parte mi scontro contro l’immobilismo delle amministrazioni, dall’altra contro il “silenzio” di alcuni colleghi forse disinteressati visto che al momento il problema non li riguarda. Ma – aveva concluso – voglio sottolineare come prima o poi l’erosione li colpirà visto che inesorabilmente sta avanzando e interessando il lungomare di levante dal canale dei pescatori in direzione della litoranea».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here