Ponte 2 Giugno chiuso, ko la passerella pedonale. La capitaneria fa da traghetto

8/9/2016 – È scattata ieri sera la chiusura del ponte 2 giugno per consentire i test di carico necessari per le autorizzazioni propedeutiche alla realizzazione dell’ammodernamento della struttura con un nuovo impalcato. Un intervento annunciato già da giorni ma che oggi non ha evitato che si verificassero rallentamenti e lunghe code sulle principali arterie di collegamento tra i due versanti del territorio separate dal canale navigabile che sovrasta la foce minore del Tevere. In particolare, dalle 8 alle 10, ci sono state file su via Coni Zugna, via della Scafa, via trincea delle Frasche al semaforo per l’aeroporto. Di conseguenza, riflessi anche su via dell’aeroporto, l’unica strada che in questi due giorni collega Fiumicino  centro e l’Isola Sacra. Pattuglie dei vigili hanno presidiato punti nevralgici come la rotonda di via della Scafa. Dopo le 10 le file sono diventate contenute. Dopo le 10 quando il traffico delle persone dirette a lavoro è diminuito le file sono diventate contenute. A rendere la situazione ancora più critica è stato il guasto della passerella pedonale che ha bloccato fino a dopo le 12 centinaia tra pedoni e ciclisti impossibilitati a raggiungere l’altro lato del canale. A risolvere la situazione la capitaneria di porto. Due motovedette che coadiuvate da un mezzo della polizia di Stato, hanno infatti provveduto in meno di un’ora a trasportare molte persone da una sponda all’altra del Tevere. La chiusura di due giorni rappresenta un primo banco di prova per quando ci sarà la chiusura prolungata del ponte, tra i 20 ed i 30 giorni si ipotizza, per i lavori, appena arriverà il nulla osta del Genio Civile Regionale, che porteranno alla sostituzione della struttura che risale al 1945, più volte rimasta bloccata negli ultimi mesi. Ma il guasto alla passerella pedonale ha inevitabilmente scatenato le accuse dell’opposizione. «Non ci vuole un genio per capire che se il Ponte 2 Giugno viene chiuso per le prove di carico, la passerella, unica possibilità di collegamento pedonale tra le due sponde, deve rimanere a disposizione dei cittadini – ha spiegato il consigliere comunale di opposizione Mauro Gonnelli – e non continuamente alzata e riabbassata. Questa non è sfortuna, questa è approssimazione amministrativa bella e buona”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here