Ostia, ancora un incendio nel Jack’s. Struttura in mano a senzatetto e prostitute

1/9/2016 – Ancora un incendio, ancora un rogo all’interno di quello che resta di uno dei più famosi ristoranti di Ostia. Nel corso della notte tra mercoledì e giovedì infatti le fiamme sono nuovamente divampate nel Jack’s il locale di piazzale Cristoforo Colombo. Ormai da tempo il ristorante dopo vari passaggi di gestione era chiuso e poco alla volta si era trasformato nel rifugio di senza tetto, sbandati e prostitute che avevano portato al suo interno materassi e brandine e realizzando piccole stanze nell’ampia sala interna. Una condizione di estrema precarietà che la notte scorsa è esplosa in tutta la sua criticità quando le fiamme sono tornate a divampare nell’area che una volta ospitava le cucine. Un rogo violentissimo che ha distrutto tutto quello che toccava e che solo grazie all’intervento dei vigili del fuoco di via Celli e della protezione civile non ha danneggiato l’intera struttura. Struttura che nonostante l’incendio della notte già nella mattinata di ieri era tornata ad essere abitata. Dopo un allontanamento di poche ore infatti gli occupanti hanno forzato i sigilli messi dalle forze dell’ordine al Jack’s e sono tornati alla loro solita routine riallestendo quella baraccopoli diventata la loro casa. Un incendio che segue quello dello scorso maggio quando un materasso era andato a fuoco poco dopo le 3 di notte.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here