TERREMOTO – Ostia piange i coniugi Paola Rascelli e Fabrizio Trabalza

25/8/2016 – Li hanno trovati abbracciati, stretti l’uno all’altra. Nello stesso modo in cui appena pochi giorni fa avevano postato una delle ultime foto dalle vacanze tra Umbria e Marche. Così poco dopo le 4 di stanotte sono stati ritrovati Paola Rascelli e il marito Fabrizio Trabalza. La coppia di Ostia era ad Amatrice ormai da qualche giorno per passare le ferie estive nella loro casa. Giorni passati visitando le bellezze naturali della zona e poi il mare di Grottammare dove le ultime foto caricate appena quattro ore prima della scossa che li ha uccisi, li ritraggono sorridenti e felici. Una vacanza che per la coppia aveva significato anche festeggiare il compleanno di Paola insieme agli amici e visitare quei posti che negli anni li aveva accolti. Quando però la terra ha tremato devastando Amatrice e il Centro Italia quella vacanza si è trasformata in un incubo. L’edificio dove si trovavano è crollato su di loro travolgendoli ed imprigionandoli. Forse uccidendoli sul colpo ma comunque insieme stretti. E adesso sono in tanti sui social a ricordare la coppia – Fabrizio, webmaster dell’associazione Acti-Roma  e Paola segretaria di direzione – e ad aver lasciato un ricordo o un semplice saluto. Come Lucia che scrive «Paola… compagna delle medie… quante risate insieme… Di te ricorderò sempre il tuo sorriso. Pochi giorni su Fb mi hai mandato gli auguri di compleanno… ed ora sono qui a ricordarti perché non ci sei più. La vita è assurda. Ciao Paola…» E ancora Cesare: «Non è giusto, in questi momenti ti rendi conto di quanto siamo fragili, impotenti. Per sempre nei nostri pensieri. Magari domani ci risvegliamo ed è stato solo un brutto sogno». Un ricordo colmo di dolore quello di Valentina: «Voglio ricordarvi entrambi con il sorriso di quella serata di due estati fa trascorsa assieme fra le bancarelle e il corso di Amatrice proprio in questi giorni a chiacchierare del più e del meno ma a ricordare soprattutto la nostra infanzia a Poggio. Un fiume in piena di ricordi, sorrisi, aneddoti che ci inchiodò fino a tarda notte in quell’Amatrice che vi aveva accolto e che ieri vi ha tenuto per sempre con sé. Un bacio grande e un abbraccio a tutta la famiglia per questa enorme tragedia che ha colpito una famiglia di Poggio cara a tutti».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here