Ostia, tutti a caccia di pokemon

17/8/2016 – Ostia si trasforma nel campo di caccia per i Pokemon. Sono infatti centinaia i mostriciattoli presenti in tutto il litorale romano. Pikachu, Psyduch, Magikarp sono alcuni dei personaggi che è possibile rintracciare per le strade del Lido e tentare di catturare. Ma non solo. Sono centinaia i Pokestop, i punti virtuali dove i giocatori possono fare sosta per recuperare gadget importanti nel gioco, come ad esempio le sfere poké fondamentali per poter “ingabbiare” i Pokemon. Altrettante sono poi le palestre, anch’esse virtuali dove scontrarsi sempre solo nel mondo digitale, con gli altri avversari per conquistare la postazione. Basta aggirarsi per le strade del territorio per rendersi conto di essere immersi in questo universo parallelo. Dalla stazione di Lido Centro dove in molti si sono imbattuti nel ricercatissimo Pikachu al lungomare dove all’altezza dello stabilimento Belsito è presente un pokestop. Altri punti di rifornimento sono presenti nei murales della scuola Mar Rosso e all’altezza di alcune attività commerciali di via Capo Spartivento passando per la stazione di Lido Nord dove è un “fiorire” di mostriciattoli come altrettanti sono quelli che è possibile rintracciare tre corso Duca di Genova e l’area del porto turistico. Diverse le palestre presenti su tutto il territorio. Dalla torre Acea allo stadio Giannattasio è possibile scontrarsi per conquistare il proprio “posto al sole” nell’attesa del prossimo avversario. Ma cos’è Pokemon Go? È la nuova applicazione gratuita, targata Nintendo, per smartphone, lanciata il 6 luglio e campione di download in pochissime ore. Grazie alla realtà aumentata infatti tutti gli utenti potranno fingersi “allenatori” e catturare sui loro dispositivi mobili i vari mostri come avviene nell’anime giapponese e nel gioco da tavola.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here