Litoranea, terra di conquista per i parcheggiatori

16/8/2016 – Onnipresenti. Sono i parcheggiatori abusivi che ogni giorno presidiano la Litoranea in attesa delle loro vittime. Basta percorrere l’arteria che collega Ostia con Torvaianica per trovarsi davanti diversi posteggiatori che principalmente all’altezza dei chioschi di Capocotta, ma non mancano neanche ai Cancelli, sono pronti ad offrire i propri servigi ai malcapitati bagnanti alla ricerca disperata di un posto dove lasciare le proprie autovetture. Una presenza sfacciata che non viene intimorita neanche dal passaggio delle forze dell’ordine. Basta infatti attendere che gli uomini della polizia locale del X gruppo percorrano poche decine di metri per vederli rimettersi nuovamente in piena attività. Ma non solo. Nei giorni scorsi alcuni automobilisti hanno segnalato la presenza dei parcheggiatori anche a pochi metri dalle stesse auto dei vigili impegnate in servizio viabilità. Disagi limitati anche per quei pochi sfortunati che vengono fermati. Oltre infatti al sequestro del denaro estorto, che molte volte è di poche manciate di euro visto che durante la giornata gli incassi vengono recuperati dai “coordinatori” degli abusivi, e a una sanzione, gli stranieri, perché nella maggior parte dei casi si parla di cittadini nord africani, già il giorno successivo torneranno alla loro postazione lungo la strada. Non è neanche difficile individuare i “posti di lavoro”. Basta infatti far caso alle sedie di plastica spesso incastrate nel guard rail che divide la Litoranea dalle dune lato mare per capire dove durante la giornata i parcheggiatori passeranno le lunghe ore e dove accoglieranno con fare sicuro i clienti spesso aiutandoli in manovre al limite della sicurezza e ostacolando in maniera vistosa la circolazione stradale. Un fenomeno che sembra essere senza freno soprattutto a causa dei clienti che non esitano a piegarsi alla richiesta di denaro, spesso anche di 5 euro ad auto, per vedere garantita la sicurezza della propria vettura e non correre il rischio al proprio ritorno di imbattersi in finestrini in pezzi e carrozzeria danneggiata.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here