Mortale sulla via Ostiense, denuncia di Ostia in bici

5/8/2016 – Un esposto-denuncia ai carabinieri di Ostia e alla polizia locale del X gruppo per chiedere la messa in sicurezza di via del Mare e via Ostiense. A presentarlo nei giorni scorsi è stata l’associazione Fiab Roma Ostia in bici dopo l’incidente che lo scorso 28 luglio ha causato la morte di Piero Alessio Bencivegna, il ciclista 64enne travolto da una Bmw X5 mentre viaggiava sulla via Ostiense in direzione di Roma. Un urto tremendo quello avvenuto all’altezza del chilometro 25,450 davanti al multisala Cineland in cui l’uomo dopo essere stato sbalzato dalla sua bicicletta elettrica Radiomarelli è stato prima scagliato contro il guard rail e poi in terra nello spartitraffico che separa la via Ostiense dalla ferrovia Roma – Lido. Un impatto con il terreno violentissimo e che ha reso inutile ogni soccorso del personale del 118, l’uomo è infatti morto sul colpo. «Al di là delle responsabilità individuali su cui farà luce la magistratura, è importante capire il contesto in cui l’incidente è avvenuto. Un gruppo di soci – spiegano – si è recato sul posto dell’incidente per verificare le condizioni di sicurezza della via Ostiense nel tratto tra il Lido di Roma e la multisala Cineland. Dal sopralluogo è emerso come sulla via Ostiense sia consentito il transito delle biciclette e che la vegetazione spontanea e quella piantumata principalmente oleandri è in stato di abbandono e invade parte della carreggiata sia sulla via Ostiense che sull’adiacente via del Mare. Inoltre gli aghi di pino invadono parte della carreggiata delle due strade rendendole ancora più insicure e più strette. Infine – proseguono – tra il guard-rail e la recinzione ferroviaria esiste un ampio spazio sufficiente a tracciare un percorso sicuro per le biciclette per collegare Ostia a Ostia Antica. Sulla base di queste constatazioni, l’Associazione Fiab Roma Ostia in bici ha provveduto a presentare il primo agosto un esposto-denuncia ai carabinieri di Ostia e alla polizia locale del X gruppo chiedendo la messa in sicurezza delle due arterie. Inoltre chiediamo con forza al X municipio ed alle istituzioni di esercitare tutte le azioni necessarie a mettere in sicurezza la strada, nella speranza di non doverci trovare mai più a piangere vittime innocenti di incidenti evitabili. Ai cittadini chiediamo – concludono – di segnalare e segnalarci tutte le situazioni in cui la sicurezza stradale sia messa a rischio dalla carenza di interventi, spesso anche minimali».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here