L’Associazione Axa-Malafede scrive al sindaco Raggi

10/7/2016 – Le problematiche di Malafede sono al centro della lettera che nei giorni scorsi l’associazione culturale Axa-Malafede Villa Fralana ha inviato al nuovo sindaco di Roma Virginia Raggi. Problematiche legate soprattutto al mondo delle scuole e delle carenze strutturali che quelle esistenti nel quartiere e nelle aree circostanti si trovano a vivere ormai da anni. «Sono infatti molte le questioni di questo tipo che da ormai troppo tempo attendono una soluzione, e che stanno creando problemi sempre maggiori alle famiglie che abitano in questa zona. – spiega Roberto Trapani, presidente dell’Associazione – E, nello specifico nella scuola elementare di via Oscar Ghiglia negli ultimi due anni scolastici, la palestra è impraticabile a causa di un cedimento del soffitto, che non è ancora stato riparato. Gli alunni sono costretti a svolgere il programma di educazione motoria nei corridoi e, quando possibile, in giardino. Il progetto per scuola media di via Bruno Molajoli già coperto da finanziamento di 4 milioni di euro, vede nuovamente chiuso il suo cantiere. Da due anni i lavori sembrano infatti definitivamente interrotti. A luglio 2015 abbiamo ricevuto la notizia dell’assegnazione di fondi da destinare all’adeguamento sismico per l’edificazione della scuola, ma ad oggi nulla è cambiato. L’ex scuola dell’Infanzia Pegaso di via Euripide, dopo la chiusura della per mancanza di requisiti igienico-sanitari, avvenuta nel 2012, è stata abbandonata e ora è in stato di progressivo degrado, in balia di erbacce, roditori e atti di vandalismo, nonostante si trovi accanto ad una scuola elementare». Ma legate alle scuole sono anche le condizioni della segnaletica stradale. «Riteniamo necessario – prosegue Trapani – implementare la segnaletica stradale orizzontale e verticale, e imporre il limite di velocità a 30 km orari, a via Oscar Ghiglia, via Francesco Menzio, via Gigi Chessa e via Gianfilippo Usellini, strade dove sono ubicate scuole elementari e scuole materne, e dove si trovano parchi frequentati da famiglie. Per tale progetto, è già stata emessa la Determina Dirigenziale del Comando di Ostia della Polizia di Roma Capitale ed il costo delle opere è di poca entità. Come associazione abbiamo tentato di sollecitare questi interventi, inoltrando negli anni diverse lettere agli Uffici Tecnici del X Municipio e del Comune di Roma, nonché ai Prefetti Tronca e Vulpiani, senza ricevere mai una risposta concreta. Abbiano inoltre raccolto numerose firme di cittadini per portare alle istituzioni la testimonianza del reale disagio in cui versano le famiglie dei quartieri coinvolti dal problema della manutenzione e dell’edilizia scolastica, e abbiamo organizzato una manifestazione davanti alla scuola elementare a cui hanno partecipato attivamente genitori e figli. Insomma, – conclude il presidente di Axa-Malafede Villa Fralana – non ci vogliamo arrendere, ed è nostro obiettivo continuare su questa linea, auspicando che prima o poi le istituzioni si facciano carico di una questione così importante come la qualità della vita scolastica dei nostri ragazzi».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here