Ostia Antica, collettore primario “sommerso” dalle sterpaglie

15/7/2016 – Un vero e proprio canneto. È lo scenario in cui ci si imbatte percorrendo via del Collettore Primario ad Ostia Antica. Lì dove una volta c’era un canale di bonifica, il collettore primario appunto e con lui anche il collettore secondario, adesso c’è una selva ininterrotta di sterpaglie che senza interventi di manutenzione ordinaria hanno finito con il raggiungere e superare i tre metri di altezza lambendo in alcuni tratti anche i numerosi ponticelli che consentono di raggiungere l’abitato di Saline. “Da Maggio – spiega Gaetano Di Staso, del comitato di quartiere Ostia Antica Saline – non vengono effettuati interventi di sfalcio del verde e le conseguenze sono ora sotto gli occhi di tutti. Oltre al verde cresciuto a dismisura dobbiamo registrare anche la presenza di insetti ed animali di ogni genere, ma soprattutto di zanzare che in questo periodo sono più insistenti che mai. Abbiamo più volte sollecitato l’intervento dell’ufficio giardini e del CbTar ma nessuno è intervenuto ed è facile immaginare che con agosto in vista difficilmente qualcuno lo farà. I disagi coinvolgono anche la pista ciclabile dove il tratto che nei mesi scorsi non siamo riusciti a pulire in “autogestione” è invaso dalle piante. Abbiamo cercato di coinvolgere la giunta del Movimento 5 Stelle per capire di chi siano le competenze sulla pista ciclabile perché a questo punto non si capisce chi debba provvedere. Siamo però preoccupati – conclude Di Staso – soprattutto per il collettore dove in caso di pioggia il rischio di allagamenti è elevatissimo considerato anche che le sterpaglie non consentono di capire che siano o meno presenti materiali in grado di ostacolare il corretto defluire dell’acqua e provocare quindi alluvioni”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here