Ostia, controlli in spiaggia. Sequestati oltre 42mila pezzi

9/7/2016 – Giornata di controlli sul litorale romano. Gli uomini del gruppo X Mare e del gruppo Sicurezza Pubblica Emergenziale coordinati dal comandante Antonio Di Maggio, hanno effettuato questa mattina una vasta operazione di contrasto al fenomeno dell’illegalità sulle spiagge di Ostia. Circa 50 agenti, sono stati impiegati in spiaggia fin dalle prime ore della mattina. I caschi bianchi, dopo aver eseguito controlli anche in funzione antiborseggio sui mezzi di trasporto pubblico, si sono portati sulle spiagge, divisi in squadre tra agenti in divisa e in borghese. Ad alcuni uomini, appostati sui terrazzi degli stabilimenti balneari, il compito di osservare il litorale muniti di binocolo, per segnalare la presenza e la posizione dei venditori abusivi che da terra venivano intercettati dagli altri colleghi. Oltre 42mila i pezzi che alla fine della mattinata sono stati sequestrati. Si tratta principalmente di costumi da bagno, gonfiabili, bibite ghiacciate, giocattoli e merce alimentate, tra cui birre per un peso complessivo di oltre 6 tonnellate. Tra i numerosi sequestri anche i “pasti etnici” composti principalmente da vaschette di riso al curry che i cosiddetti “vivandieri”, distribuiscono sul posto alle centinaia di ambulanti abusivi, elemento questo che avvalora l’ipotesi di come dietro al fenomeno dell’ambulantato, vi sia una capillare organizzazione che ne gestisce il traffico. Nel corso dell’intervento, ai vigili, anche il compito di garantire il libero accesso al mare dei romani. I controlli che vengono effettuati anche durante le ore notturne, hanno visto oggi oltre 20 chiamate da parte di cittadini che denunciavano il divieto di libero accesso al mare da parte di almeno 6 stabilimenti. In alcuni casi i bagnanti hanno riferito di essere stati invitati a dirigersi verso le spiagge libere. La Polizia locale X Mare ha provveduto alle necessarie contestazioni. Sono in corso indagini per verificare la possibilità di procedere con eventuali azioni penali.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here