Ostia, abusi in spiaggia, sequestrato il Battistini

30/6/2016 – Sigilli nello stabilimento balneare Battistini. Proseguono così gli interventi degli agenti della polizia locale del X Gruppo volti al contrasto degli abusivi edilizi sulle spiagge del Litorale romano. Questa mattina poco dopo le 8 gli agenti del comandante Antonio Di Maggio hanno fatto il loro ingresso nel Lido gestito dalla titolare Silvana Taraborrelli, 70 anni, che insieme alla sorella Clelia gestisce la struttura, sorta nel 1919 e tra i primi stabilimenti del Litorale romano. Gli agenti dell’ufficio Pg Edilizia su ordine del Gip del Tribunale di Roma Flavia Costantini, hanno messo i sigilli a un appartamento al primo piano di circa 100 metri quadrati con all’interno tre camere da letto, due bagni, salone e angolo cottura e due strutture: il ristorante di due piani e una copertura adiacente al bar. È stato posto sotto sequestro preventivo anche il pavimento mattonato ancorato al suolo con malta cementizia che circonda le cabine dello stabilimento, un’area di circa 300 metri quadrati. Tutte opere che secondo le indagini svolte dallo scorso gennaio, sono state realizzate senza titolo urbanistico su area demaniale sottoposta a vincolo paesaggistico. Per la concessionaria è scattata la denunciata per abuso edilizio. L’accesso allo stabilimento è permesso dall’ingresso laterale con accesso diretto su spiaggia.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here