Estate Sicura, sorvegliate speciali Capocotta e Castelporziano

15/6/2016 – Maggiore attenzione alle spiagge di Capocotta e Castelporziano a causa dell’assenza di postazioni di salvataggio. È tra gli impegni che per l’estate 2016 coinvolgerà gli uomini della Capitaneria di porto di Roma e che sono stati illustrati nell’ambito della presentazione dell’operazione Mare Sicuro 2016 che si è tenuta ieri presso la base navale della Capitaneria di Porto di Fiumicino dai ministri dei Trasporti, Graziano Delrio, dell’Ambiente Gian Luca Galletti e delle Politiche Agricole Maurizio Martina e dal comandante generale del corpo delle Capitanerie di Porto Vincenzo Melone. “Per quanto riguarda il territorio laziale – spiega il Direttore Marittimo del Lazio, Contrammiraglio Giuseppe Tarzia – abbiamo in campo 300 uomini, e circa 40 unità navali che pattuglieranno in maniera continuativa, mattina e pomeriggio, il territorio, soprattutto durante l’orario di apertura degli stabilimenti balneari. Per questo riguarda i controlli effettuati lo scorso anno relativi all’accessibilità al mare, verranno ripetuti anche quest’anno e insieme alla polizia locale del Roma Capitale e le autorità prefettizie che reggono ora il X Municipio coinvolgeranno anche la regolarità degli stabilimenti”. Tarzia ha poi affrontato il tema di Castelporziano e Capocotta “che soffrono ora un’assenza del servizio di salvataggio per effetto della circostanza che sono state sequestrate le strutture, se poi ci saranno provvedimenti di temporanea utilizzazione delle strutture ci sarà anche il servizio di sorveglianza e salvataggio”. Il Contrammiraglio ha quindi annunciato che ci saranno dei presidi mobili della Capitaneria di porto proprio in virtù dell’assenza di controlli. “Nell’ambito del compartimento marittimo di Roma che riunisce Ostia e i comuni di Fiumicino, Pomezia ed Ardea abbiamo posizionato una serie di cartelli numerati di colore blu, sia lato mare che terra, per poter razionalizzare i soccorsi. I nostri mezzi nautici possono vedere il numero della postazione, mentre i bagnanti possono leggerlo e comunicarlo permettendo ai soccorsi anche quelli da terra di orientarsi e di intervenire rapidamente – Lo ha annunciato il comandante della Capitaneria di Porto di Roma, Fabrizio Ratto Vaquer – Abbiamo raccomandato inoltre alle strutture balneari – ha aggiunto – di rendere visibili dalla strada le postazioni di salvamento. Una maggiore apertura degli stabilimenti che permetta di raccordare i cartelli presenti sul lato mare e sul lato strada”.

I MINISTRI

DELRIO – “Dobbiamo garantire massima sicurezza a tutti turisti, diportisti, tutte le persone usano la risorsa mare come un momento di vacanza e massima legalità con controlli sempre più stringenti sul demanio. Le spiagge devono essere fruibili e accessibili a tutti, non ci devono essere abusi sui beni comuni. E’ un’operazione di controllo che già l’anno scorso abbiamo evidenziato con grande forza. Vogliamo che il mare sia una risorsa per tutti”.

GALLETTI – ‎”Chi va al mare in vacanza rispettando l’ambiente ha vita tranquilla chi non rispetta le regole verrà punito severamente, anche con i nuovi strumenti introdotti quest’anno: la normativa sugli ecoreati, grazie a cui non solo chi inquina paga, ma se inquina tanto va anche in galera; e le norme contenute nel collegato ambientale, tra cui le multe salate per chi lascia mozziconi di sigaretta e altri rifiuti sul litorale”.

MARTINA – “L’intensificazione dei controlli su tutta la filiera ittica è una delle caratteristiche più importanti dell’operazione ‘Mare sicuro’. Obiettivo di questo governo è la gestione sostenibile della risorsa ittica, la lotta alle pratiche illegali di pesca e il controllo su tutta la filiera. Nei prossimi mesi lavoreremo per tutelare il reddito dei pescatori, continuando nel percorso di rilancio di tutta la filiera ittica nazionale e puntando in particolare su sostenibilità e innovazione”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here