Capocotta, riaprono cinque chioschi

25/6/2016 – Riaprono alcuni chioschi sulle spiagge libere di Capocotta e con loro tornano anche i servizi di pulizia e salvataggio. “Abbiamo già autorizzato – spiegano dal X Municipio – quattro ex gestori dei chioschi che hanno provveduto all’autodemolizione delle strutture abusive, ad aprire fino al 30 settembre i servizi alla balneazione: bagnini, servizi igienici, pulizia dell’arenile‎, noleggio lettini e bar. Per la riapertura del quinto chiosco manca solo un certificato di collaudo statico”.
‎Tre chioschi sono già attivi da due giorni Mediterranea, Mecs e Dar Zagaia, “a breve – spiegano dal Consorzio Capocotta – apriranno anche Settimo Cielo e Porto di Enea”.

Sul Mediterranea si sono espressi ieri Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio e Betty Studer presidente del circolo Legambiente Litorale Romano. “Il Mediterranea è una roccaforte per la salvaguardia dell’ambiente, la sua riapertura è un atto straordinariamente positivo per la tutela del litorale romano – dichiarano Scacchi e Studer – e la sua attività è il miglior modo per preservare questa spiaggia. La riapertura, tanto auspicata dalla nostra associazione, avviene grazie alla lungimiranza del Municipio X e grazie alla grandissima volontà dei gestori stessi, dei volontari e di tutti quelli che per mesi hanno dimostrato il loro sostegno a questa bellissima esperienza, fino alla riqualificazione e pulizia delle ultime settimane nelle strutture e nella spiaggia prospicente. Ora il Mediterranea può tornare ad essere, come da quindici anni, la più bella esperienza di attività balneare di tutto il Lazio, garantendo insieme ai servizi, la salvaguardia delle dune, la pulizia della costa e la sicurezza per i bagnanti”.

“Il chiosco ha garantito per decenni sicurezza, pulizia e salvaguardia dell’ambiente dunale, ma nel maggio 2015 il comune di Roma – spiegano da Legambiente – aveva fatto scadere la concessione in essere, senza peraltro predisporre per tempo alcun bando di assegnazione o deroghe, mettendo colpevolmente a rischio illegalità l’intera Capocotta. Dopo il lavoro dei gestori e del circolo Litorale Romano di Legambiente, protagonisti di una auto-riqualificazione e riposizionamento delle strutture senza precedenti, il Mediterranea torna a presidiare il più pregiato tratto della riserva del litorale romano, dopo aver ricevuto adeguata autorizzazione da parte del Municipio X e dalla sua gestione commissariale, che ha premiato tale impegno e riconosciuto il valore della gestione nella salvaguardia dell’ecosistema costiero di Ostia”.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here