Canale dei Pescatori, situazione sempre più grave. Foce quasi chiusa

21/6/2016 – Appena 30 centimetri di pescaggio e imbarcazioni letteralmente prigioniere del Canale dei Pescatori. A poche settimane dalla conclusione anticipata dei lavori di dragaggio del corso d’acqua è questa la situazione in cui si trova ora il fiume. Una situazione grave, anzi gravissima, che rappresenta il punto più basso di tutta la vicenda dell’insabbiamento del Canale. Mai come ora la foce era stata bloccata dalla sabbia e mai come ora la necessità di seri interventi si è fatta urgente. Oggi pomeriggio nel frattempo le associazioni dei pescatori incontreranno il direttore del Municipio Cinzia Esposito nel corso della riunione con l’Unione dei Comitati. Nel corso della riunione tra i tanti punti in programma verrà affrontato anche quello della nuova tornata di lavori di dragaggio. Nei giorni scorsi un intervento “spot” era stato realizzato nel corso della notte per aprire un corridoio che permettesse ai pescatori di poter uscire ma aveva rappresentato una soluzione dalla durata di una manciata di ore. Nel frattempo c’è attesa per l’intervento di rimozione delle dune dopo il via libera dato a fine maggio dall’Arpa. L’annuncio era arrivato dalla stessa Esposito nel corso di un incontro avuto con i rappresentanti dei pescatori professionali, dei rimessaggi e dell’Associazione Canale dei Pescatori che volevano avere informazioni dopo lo stop ai lavori causato dall’assenza di nuovi spazi per l’accumulo della sabbia. Una notizia seguita pochi giorni dopo dall’annuncio dell’avvio di una “procedura con la Regione Lazio per il collocamento di una barriera di massi a protezione della parte finale dei moli, sia di destra che di sinistra, attualmente aperti nella parte bassa”. “Siamo stati informati – spiegava Vincenzo Basso, presidente dell’associazione Canale dei Pescatori al termine dell’incontro – che è stato acquisito il parere favorevole dell’Arpa a seguito delle analisi chimiche, batteriologiche e di compatibilità che erano state effettuate poco più di un mese fa sulla sabbia oggetto di precedenti dragaggi e posizionate sulla sponda destra del Canale”. Proprio Basso lunedì ha voluto sottolineare come chiederanno al direttore del Municipio di illustrare al nuovo sindaco di Roma Virginia Raggi, la situazione del Canale dei Pescatori. “Speriamo – ha detto – che la chiusura della campagna elettorale a Ostia significhi un reale interessamento per le problematiche del Lido e non solo un’iniziativa di facciata”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here