Ostia, sigilli allo stabilimento Marechiaro

7/6/2015 – L’avvio della stagione balneare non ferma gli interventi della polizia locale del X gruppo volti al contrasto delle irregolarità edilizie sulle spiagge del litorale romano. Ieri è stata la volta dello stabilimento Marechiaro di Ostia di ricevere poco dopo le 8 la visita degli agenti agli ordini del comandante Antonio Di Maggio che hanno posto i sigilli alla struttura che ospita il ristorante Kelly’s, il bar e altri locali. L’intervento è stato realizzato in esecuzione del sequestro preventivo disposto dal sostituto procuratore della Repubblica Antonino Di Maio. Le indagini della polizia giudiziaria edilizia diretta da Antonello Strino era partita all’inizio di febbraio quando era stata posta sotto sequestro tutta la documentazione relativa allo stabilimento balneare presente negli uffici comunali. Indagini che hanno portato ieri i vigili a interdire le costruzioni realizzate abusivamente sull’area demaniale, per oltre 2400 metri di cubatura edificati secondo quando contestato al gestore su suolo demaniale e privi del titolo edilizio e del preventivo nulla osta paesaggistico obbligatorio per legge. Continua, quindi anche a stagione balneare in corso, la battaglia per la legalità sul lungomare di Ostia, intrapresa da circa un anno dai caschi bianchi, diretti dal vice comandante del corpo Antonio Di Maggio, con la supervisione del prefetto Vulpiani.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here