Ostia, arriva l’esercito per un’estate sicura

24/5/2016 – Litorale blindato per l’estate. A partire da oggi infatti l’esercito italiano è arrivato ufficialmente ad Ostia che presidierà fino al termine della bella stagione. A prevederlo è il piano sicurezza di Roma Capitale che con l’incremento delle presenze sul mare di Roma ha stabilito un potenziamento delle misure di sicurezza e quindi l’arrivo dei militari. Ormai dal 2008 la presenza dei militari sul litorale romano è una presenza fissa soprattutto nelle stazioni della Roma-Lido dove nel corso del tempo hanno assicurato insieme alle altre forze dell’ordine il presidio di punti ritenuti sensibili. I servizi sono stati rimodulati e messi in campo in occasione del Giubileo della Misericordia e ulteriormente intensificati a seguito degli attentati terroristici del novembre scorso a Parigi. Polizia, guardia di finanza, carabinieri e polizia locale di Roma Capitale sono quotidianamente affiancati dagli uomini dell’esercito. Il servizio interforze vigilerà per tutta l’estate sui cosiddetti “hotspot”, ossia i centri nevralgici ritenuti maggiormente a rischio. Tra questi, rientrano tutte le stazioni della Roma-Lido, il tempio ebraico di via Oletta, tutta la parte di Ostia Antica e, infine, le spiagge maggiormente frequentate. Per quel che riguarda il litorale l’avvio ufficioso del progetto è avvenuto nei giorni scorsi. Domenica infatti complice l’alta pressione il litorale è stato preso d’assalto da migliaia di persone. Un incremento delle presenze che ha portato ad anticipare l’arrivo delle camionette dell’esercito che hanno quindi garantito la loro presenza con 24 ore d’anticipo. E i risultati già si sono visti. La pattuglia del 9° Reggimento fanteria “Bari”, allertata della presenza di un uomo che brandiva un coltello con fare minaccioso, è riuscita con tempestività a localizzare, bloccare e fermare il malintenzionato affidato poi ai Carabinieri di Ostia che lo hanno arrestato e portato nella locale stazione per i controlli di rito.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here