Prato Cornelio, il cdq incontra la commissione prefettizia. “Buona volontà ma pochi fondi”

8/5/2016 – Tanti buoni propositi, disponibilità ma lo scoglio dei fondi ridotti sembra difficile da superare. E’ questo in poche parole il bilancio dell’incontro che nei giorni scorsi il comitato di quartiere Prato Cornelio ha avuto con il dirigente Maurizio Alitando componente della commissione prefettizia alla guida del X Municipio. Tanti i temi affrontati nel corso del faccia a faccia. “Abbiamo parlato – spiega Luigi De Angelis, presidente del comitato di quartiere Prato Cornelio – della situazione del quartiere a partire da quella più critica rappresentata da via di Prato Cornelio. Qui a causa del ripetersi di incidenti ormai i parapedonali nelle vicinanze dei supermercati sono divelti, per non parlare poi dell’assenza di segnaletica orizzontale e verticale che non viene adeguata da anni”. Tra le questioni trattate c’è quella degli attraversamenti pedonali rialzati che dovevano essere realizzati a costo zero per l’amministrazione ma il progetto sembra ormai perso nei meandri delle indagini di Mafia Capitale con il bene placito dei pedoni che rischiano la vita attraversando la strada e per la gioia degli automobilisti che possono premere il piede sull’acceleratore senza ostacoli. “Altro punto caldo affrontato – prosegue De Angelis – è stato quello della viabilità con il caos che la mattina gli automobilisti si trovano a dover affrontare per poter uscire dal quartiere con code che spesso si aggirano sulla mezz’ora di coda. Abbiamo quindi parlato dello spostamento del mercato di via Gino Bonichi e dei benefici che il quartiere ne otterrebbe a livello di circolazione stradale. Attualmente infatti considerato che l’area non viene riaperta non prima delle 17, questo crea estremo disagio soprattutto in concomitanza con l’uscita dalle scuole”. Dal cdq Prato Cornelio arriva poi la proposta di modifica del Parco Manzù di Acilia. L’ipotesi prevederebbe la trasformazione di una parte dell’area verde a parcheggio in modo da creare quei posti auto che con l’arrivo di nuove famiglie nelle palazzine attualmente in fase di completamento e della nuova scuola, verrebbero a mancare. Uno dei temi cari al comitato di quartiere è quello del verde. “Non è possibile – spiega De Angelis – che nell’area siano presenti cinque parchi che hanno richiesto per la loro sistemazione una spesa complessiva di circa 900mila euro ma che attualmente sono tutti chiusi ed inutilizzati dai cittadini. Abbiamo proposto che venga realizzato un regolamento per l’assegnazione dei parchi pubblici alle associazioni e ai comitati di quartieri ma – sottolinea De Angelis – che sia limitato alle associazioni del territorio al fine di evitare speculazioni”. Un incontro dal quale i rappresentanti del cdq sono usciti soddisfatti anche se è forte la consapevolezza che le competenze della commissione prefettizia siano limitate rispetto alle reali necessità del territorio e che si debbano scontrate con altre priorità e fondi ridotti all’osso. “Attualmente la priorità della commissione è Ostia e gli stabilimenti in vista della stagione balneare poi sistemato questo si passerà all’entroterra. Purtroppo devono scontrarsi con disponibilità economiche minime. Ci hanno assicurato che nonostante tutto faranno il possibile”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here