Ostia, non rispetta il semaforo, automedica si schianta

11/4/2016 – Due feriti in codice rosso e un’automedica distrutta è il bilancio dell’incidente avvenuto ieri mattina ad Ostia. A causarlo sarebbe stato il mancato rispetto di un semaforo rosso proprio da parte del conducente del mezzo di soccorso. Lo scontro è avvenuto poco dopo le 8,30 all’incrocio tra via Isole del Capoverde e via Carlo Bosio. Secondo quanto ricostruito dalla polizia locale del X Gruppo Mare tre le autovetture coinvolte nell’incidente: oltre all’auto medica, una Dacia Duster, condotta da un 39enne, sono rimaste coinvolte una Suzuki, condotta da un 68enne, ed una Bmw, con a bordo un 42enne. Da quanto appurato a causare lo scontro sarebbe stato il mancato rispetto del segnale di rosso da parte del mezzo di soccorso su cui viaggiava anche il medico di turno. L’auto, a sirene spiegate e luci accese avrebbe “bruciato” il semaforo nel momento in cui le altre due autovetture da via Carlo Bosio stavano impegnando l’incrocio senza essersi accorti dell’emergenza in corso. L’impatto è stato violento e la Dacia è schizzata verso il marciapiede finendo la sua corsa sullo scivolo per i disabili delle strisce pedonali dove fortunatamente in quel momento non si trovavano pedoni. A fare le spese maggiori dello scontro proprio gli occupanti della Dacia che rimasti feriti sono stati trasportati al G.B. Grassi in codice rosso. Ferito anche il 42enne al volante della Bmw. Una condotta imprudente sarebbe quindi all’origine dello scontro. Nonostante l’automedica avesse in funzione i dispositivi luminosi e sonori e avesse la precedenza il suo conducente è comunque tenuto a rispettare le norme di comune prudenza.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here