Ostia, CasaPound: “Siamo gli unici a vivere un quartiere che tutti denigrano ed usano”

19/4/2016 – Si è svolto questa mattina il tour di Simone Di Stefano, candidato sindaco di Roma per CasaPound Italia, nel quartiere di nuova Ostia. Di Stefano ha prima incontrato i residenti di via Marino Fasan sotto sgombero perché il Comune di Roma è moroso nei confronti del proprietario dello stabile.
“Siamo pronti a difendere i romani dagli sgomberi anche fisicamente come abbiamo già fatto a Donna Olimpia – ha dichiarato Di Stefano, che è stato accompagnato anche nei garage da alcuni residenti che gli hanno mostrato le gravi e pericolose carenze strutturali degli edifici. “Abbiamo parlato – ha aggiunto Carlotta Chiaraluce, candidata nella lista di CasaPound al Comune di Roma – con l’ufficiale giudiziario e con l’avvocato della proprietà delle palazzine che ospitano 1200 famiglie che hanno dichiarato come non ci sia nessuna trattativa tra Comune e proprietà e che attualmente c’è una sentenza del tribunale che obbliga gli inquilini ad abbandonare le case contro cui non è stata fatta nemmeno opposizione. Gli sgomberi sono stati rimandati al 30 giugno e noi ci saremo”.
Il tour è poi proseguito allo skate park. “Non siamo qui per una passerella – ha dichiarato Luca Marsella, responsabile locale di Cpi – come ha fatto la candidata grillina Virginia Raggi. Noi lo skate park lo abbiamo provato a riqualificare e ci è stato impedito dalle forze dell’ordine, a nuova Ostia aiutiamo decine di famiglie italiane in difficoltà e più volte abbiamo riqualificato ad esempio il parco di piazza Gasparri”. Il tour è proseguito a via Forni dove nei giorni scorsi è crollato un cornicione, Di Stefano si è soffermato davanti all’ex sede del Pd chiusa per morosità dopo che il Comune per anni ha pagato l’affitto ed ha concluso con un intervento proprio a piazza Gasparri. “Noi viviamo i quartieri popolari da piazza Gasparri al Tiburtino – ha concluso Di Stefano – qui abbiamo organizzato feste con I bambini del quartiere. A chi sta facendo polemiche strumentali su questo rispondo che chi sta nei quartieri incontra i suoi abitanti chiunque essi siano, il problema è quando si fanno affari nei palazzi come ha fatto il Pd in questo municipio”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here