Infernetto, la Lista Marchini contro il centro commerciale

29/4/2016 – Anche la Lista Marchini si schiera contro il progetto di un nuovo centro commerciale Esselunga tra la Cristoforo Colombo e Via del Canale della Lingua. “I ben noti macro problemi connessi a quest’ennesimo consumo di suolo, sono tali che procedere ostinatamente, peraltro contro l’opinione degli abitanti del quartiere, ci sembra l’ennesimo atto di mala gestione del territorio”. Lo dice Gabriele Pisu, presidente del Circolo Anco Marzio della Lista Marchini. “È noto che il mancato assorbimento dell’acqua piovana comporta un elevato sovraccarico del sistema di smaltimento delle acque, già da anni alla saturazione, laddove il buon senso imporrebbe una moratoria sulle nuove edificazioni fintanto che non si interviene con l’adeguamento della rete di canali. Poi, – prosegue Pisu – trattandosi di un centro commerciale, sarà attirata clientela anche dall’hinterland causando congestioni del traffico sulla Colombo, già al collasso, e sulla insufficiente rete viaria interna all’Infernetto. Infine l’occupazione. Il saldo tra le nuove assunzioni e le perdite per chiusura dei piccoli esercizi commerciali delle zone limitrofe, rischia di essere fortemente negativo. Molti negozi hanno chiuso per la contingente crisi ed altre aziende che sono in precario equilibrio economico, potrebbero capitolare presto per la concorrenza. Per queste ragioni, – conclude – ci sentiamo di condividere la battaglia dei cittadini dell’Infernetto e ci mettiamo a disposizione per coadiuvarli nelle azioni che verranno intraprese su questo tema.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here