Chiara Insidioso, nulla di fatto per l’appartamento. Non è adatto

28/4/2016 – Sembra tornare al punto di partenza la situazione di Chiara Insidioso Monda, la ragazza di Roma che da due anni vive in condizioni di salute precarie dopo essere stata ridotta in fin di vita dall’uomo che si definiva il suo fidanzato. Il padre della ragazza, infatti, ha rifiutato l’appartamento di proprietà comunale che il presidente del Municipio IX Andrea Santoro, che si era occupato della vicenda, aveva individuato come idoneo per ospitare la ragazza altrimenti destinata a svolgere la difficile riabilitazione in un pensionato. Lo stesso Santoro, appreso del rifiuto del padre di Chiara, ha scritto una lettera al deputato Pd Michele Anzaldi, che aveva seguito la vicenda sollecitando le istituzioni locali a trovare una soluzione, chiedendo di informare anche il deputato Ncd Fabrizio Cicchitto, anch’egli da sempre interessato alla storia di Chiara.
“Alcuni mesi fa, raccogliendo i tanti appelli e le sue sollecitazioni, avevo immediatamente individuato un appartamento di proprietà comunale che, con alcuni adeguamenti, poteva corrispondere alle esigenze della ragazza – scrive Santoro – L’appartamento, attualmente inutilizzato per una di quelle circostanze che hanno a che vedere con l’inefficienza burocratica, è un trilocale di circa 65 metri quadri, dispone di un ampio giardino dove Chiara avrebbe potuto ospitare i suoi amati cani. Si trova nel quartiere di Spinaceto, a 15 minuti dalla Fondazione Santa Lucia e a 8 minuti da Casalbernocchi dove Chiara è cresciuta. Contavamo, inoltre, sull’aiuto di una estesa rete di volontari, disponibili a offrire la propria collaborazione per i lavori più classici di pulitura dell’appartamento etc. Ottenuta la disponibilità del Commissario Tronca nel febbraio scorso, ho proposto al padre della ragazza di visitare l’appartamento e di verificare con i sanitari gli adeguamenti da apportare alle strutture. Dopo alcuni mesi dal primo incontro con il padre di Chiara, finalmente il signor Maurizio Insidioso ha concertato il sopralluogo per la verifica degli spazi. Al sopralluogo – avvenuto la scorsa settimana – era presente con me e il signor Insidioso anche l’avvocato del padre. Ieri il responso, per le vie brevi. Al telefono il signor Insidioso, con un certo garbo, mi ha comunicato che le valutazioni di un suo architetto sono negative e che l’appartamento, secondo loro, non può essere utile per ospitare Chiara”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here