Leonardo da Vinci, atterraggio d’emergenza e allarme bomba

27/4/2016 – Una mattinata di tensione all’aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino. Ben due gli allarmi che nel corso della prima parte della giornata hanno fatto scattare il dispositivo di emergenza nella scalo romano. Il primo intorno alle 10 quando da un volo decollato dall’aeroporto Kennedy di New York ieri sera alle 20,40 è giunta la comunicazione di un problema tecnico. I piloti dell’airbus A330-323 DL444 della Delta Air Lines hanno infatti comunicato alla torre di controllo di Fiumicino di avere un problema al sistema idraulico che poteva causare problemi in fase di atterraggio. Immediatamente è scattato il dispositivo d’emergenza che ha portato a pochi metri dalla pista d’atterraggio i mezzi dei vigili del fuoco e le ambulanze per soccorrere i passeggeri in caso di necessità. Momenti di timore fino a quando le ruote del volo non hanno toccato il suolo e si sono fermate senza alcun problema consentendo ai suoi occupanti di scendere dall’aereo tranquillamente.
Appena il tempo di far riprendere a scorrere la vita aeroportuale normalmente ed ecco che un nuovo allarme è scattato questa volta a causa di una valigia abbandonata. Immediato l’allarme bomba e l’evacuazione del Terminal 3. Il bagaglio lasciato all’esterno del T3 ha richiesto l’isolamento di un perimetro di sicurezza e l’intervento degli artificieri della Polaria che hanno avviato le procedure per far “brillare” la valigia. Una volta aperta al suo interno sono stati trovati capi d’abbigliamento e poco altro. Al via adesso le procedure per individuare il suo proprietario.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here