Ostia, CasaPound: Vulpiani chiarisca la situazione del Village o pronti ad occupare la spiaggia

24/5/2016 – “In questi giorni sono iniziati dei lavori sull’arenile dello stabilimento Village di Ostia nonostante l’inaugurazione saltata il mese scorso per mancanza di documenti. Chiediamo immediati chiarimenti al commissario prefettizio del X Municipio Vulpiani su chi ha dato i permessi per i lavori, anche alla luce dei fatti emersi in questi giorni. La gestione dello stabilimento balneare confiscato infatti, invece di essere assegnata con un bando pubblico come prevede la legge, è stata data ad una società privata con un atto notarile dopo un versamento di 400mila euro alla società confiscata. Dopo la riconsegna da parte di Uisp e Libera della spiaggia ex Amanusa nei giorni scorsi, avvenuta in seguito alla nostra occupazione simbolica che ci ha permesso di denunciare degli abusi, se non ci saranno risposte da Vulpiani, siamo pronti ad occupare la spiaggia ed a bloccare i lavori finché non sarà fatta chiarezza. C’è un forte interesse economico sulle spiagge di Ostia dove Pd ed associazioni legate alla sinistra vogliono mettere le mani, i commissari prefettizi non siano complici”. Lo dichiara in una nota CasaPound Italia litorale romano.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here