IL FATTO – Ciampino, “Il Comune si prepara a trasformare in inquilini i proprietari delle case abusive”

13/4/2016 – “A nemmeno nove mesi dall’avvio di un procedimento che riguarda abitazioni costruite a partire dagli anni ’90 a Ciampino, una certa “politica” sta mostrando la sua parte peggiore. Senza nemmeno attendere il pronunciamento degli organi giudiziari competenti (T.A.R. e Consiglio di Stato), a decidere sulla legittimità degli atti amministrativi da loro stessi emessi (dinieghi di sanatorie ed acquisizioni), certuni “amministratori locali”, si preparano a rimpinguare le casse comunali, trasformando i cittadini da proprietari in affittuari e preparandosi la strada, per eventuali sfratti forzosi”. Lo dice il comitato Equi Diritti. “Questa politica da “Sceriffo di Nottingham”, che sembra non tener conto di quanto disposto dalle leggi dello Stato (lo stesso bene eventualmente acquisito non può costituire strumento di lucro, in quanto da destinarsi a “bene o servizio” della Comunità), arreca di fatto pesanti discriminazioni tra I cittadini Italiani. Non riteniamo possibile che un fenomeno riguardante centinaia di migliaia di persone nell’intero territorio nazionale (e che solo nel Comune di Roma conta 60000 casi), possa produrre effetti tanto diversi sulla vita di appartenenti a piccole comunità cittadine, per la sola “sfortuna” di appartenere ad un amministrazione o rientrare nella “competenza” di una Procura, anzichè di un’altra”. Il Comitato Equi Diritti rinnova l’appello alla politica Nazional, Regionale e della Città Metropolitana, affinchè si pervenga ad una soluzione uniforme e socialmente sostenibile del problema, riservandosi di adire ricorrere alla Corte Europea, competente per le discriminazioni tra i cittadini dell’unione”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here